L’associazione culturale Europart94 rinnova la sua sede offrendo ai clienti momenti di aggregazione e di degustazione con opere di maestri italiani e stranieri.

Se vi trovate ad Avellino e cercate il posto perfetto per mangiare e bere bene in compagnia ed in più vi piace essere circondati dalla raffinata bellezza dell’arte, allora non potete non fermarvi al MIDNI.  È un locale nuovo, completamente ristrutturato, voluto dall’associazione culturale Europart94, ed è sito nel centro storico della città al numero civico 10 in via Luigi Amabile.

Si presenta come uno spazio accogliente, pensato proprio per appagare i sensi. Quelli  del gusto e dell’ olfatto attraverso la degustazione di piatti e vini tipici della zona, poi, quello visivo grazie ad una cornice di ospitale eleganza, stile e raffinatezza dettata dalla presenza di opere d’arte disseminate per il locale che circondano il cliente.  Il MIDNI è un connubio perfetto tra arte e cibo in quanto le offre entrambe. Se volessimo descriverlo in parole spicciole, potremmo definirlo anche uno spazio espositivo per artisti. In effetti, loro possono qui mostrare tutta la loro potente creatività, l’originalità ed il loro appassionato lavoro, in poche parole, la loro arte. Ogni opera cattura chi la osserva e gli parla secondo le proprie personali e soggettive esperienze umane.

 

L’ambiente è sviluppato su due piani, luogo eletto per trascorrere una piacevole pausa pranzo, un aperitivo in compagnia o una cena che sia di “classe” ad ogni livello.

Il MIDNI è impreziosito dalla presenza di opere di noti artisti affermati a livello nazionale, nomi del calibro di: Edoardo Iaccheo, Antonio Di Rosa, Anna Magistro. E con loro hanno ugualmente scelto questo posto per esporre le proprie creazioni, anche artiste straniere quali:  Magda Asteri, dalla Grecia e Angela Valenti dagli Usa.  È da circa venti anni che l’associazione Europart  si mette al servizio del pubblico per creare cultura, promuovere le arti visive, le eccellenze del territorio o più in generale creare momenti di aggregazione e di spunto. Con la sede rinnovata del MIDNI lo fa attraverso l’accostamento arte-cultura. Ne esce un locale che diventa uno spazio nuovo, dove si fondono profumi, sapori e colori, che circondano la persona in un momento esperienziale fatto di conoscenza e condivisione.

IL MIDNI, quindi, diventa il pretesto per incontrarsi e passare una piacevole serata immersi nella sofisticata atmosfera di uno spazio che non è il solito luogo.

Zaira Varallo, irpina DOC, ha conseguito la maturità scientifica per poi studiare Psicologia e diventare educatore. Scrivere è da sempre il suo ossigeno. Si interessa attivamente di poesia, cinema, arte; ha scritto diversi articoli giornalistici, pubblicati su “il Cassanese” e sul “Quotidiano del Sud” ( Edizione Irpinia). Alcune sue poesie sono state raccolte nella collana “Impronte” e nell’ antologia “Il Federiciano”. Nel Dicembre 2014 e in quello 2016 é stata premiata al Campidoglio, in Roma, II classificata nel Concorso Internazionale d’ Arte e Cultura dell’ Accademia G.G. Belli , nella sezione articolo giornalistico. Nel giugno successivo è stata premiata con menzione di merito al concorso internazionale di poesia Madre Claudia Russo. Importante esperienza è stata intervistare l’ attrice hollywoodiana Maria Elena Bello . Lo scorso agosto, si è classificata terza nel Premio letterario “ versi sotto gli irmici” a Piaggine ( SA); poi un’altra menzione d’ onore nel premio letterario “ Ex allievi di Don Orione” ( Macerata) ed a Ottobre risulta tra i finalisti in “emozioni di carta in bianco e nero”, Poggio Imperiale ( Foggia). Il 2017 si apre con una menzione d’ onore nel premio letterario “ Il Canto delle Muse” , Bellizzi (SA). Naturalista convinta. Con la penna riporta sul foglio tutte le sfumature dell’ essere che nella vita s’incontrano.

Commenta