I Fegatelli di Maiale anche chiamati Fegato Co’la Zeppa

La tradizione vuole che tale piatto, tipico della cucina popolare italiana, nascesse come pietanza povera e di recupero. Le ricette più conosciute sono i fegatelli di maiale alla toscana ed i fegatelli alla romana, ma non tutti sanno che i fegatielli di Maiale sono una ricetta irpina antica e semplice da preparare. In comune ci sono due cose: il fegato di maiale e la rete o reticella (anatomicamente è il peritoneo), cambia il tipo di cottura (al forno o in tegame/padella) e le spezie usate.

Ingredienti (per 4 persone)

– 500 gr di fegato di maiale (fegato re’ puorco)
– 200 gr di rete (peritoneo) di maiale (zeppa)
– 2 cl di olio extravergine d’oliva
– 10 foglie di alloro (fronne re’ lauro)
– sale e pepe q. b.

Preparazione

Lavare accuratamente in acqua tiepida la rete (attenzione a non romperla) e stenderla sul tavolo. Tagliare il fegato a pezzetti (di media dimensione) e adagiarli sulla rete, ponendovi sopra una foglia di alloro. Tagliare la rete in modo da chiudere il pezzo di fegato e la foglia di alloro, arrotolare a mò di fagottini e chiudere accuratamente con uno stuzzicadenti. Adagiare i fegatielli in una padella con olio caldo e farli rosolare a fuoco lento (fare attenzione a non farli cuocere troppo, altrimenti il fegato diventa duro). Aggiustare di sale e pepe.

Maddalena Venuso, nasce a Napoli e, sebbene viva a Marigliano, l’impronta della città natale le resta appiccicata come un francobollo. Poliedrica, fantasiosa, ricca di sfumature. Liceo Classico, Lettere Antiche, esperienza come Archeologa a Napoli e Pompei fino al 1994. Docente presso il MIUR dal 1994, insegna Italiano e Latino al Liceo Scientifico. Traduce la passione per l’archeologia in passione per il territorio, raccontando il gusto e le bellezze delle Terre di Campania e d’Italia. Giornalista indipendente, ha collaborato, fra gli altri, con ItaliaPiù, Italia a Tavola, l’Espresso Napoletano, Oliovinopeperoncino. Mantiene sempre viva la curiosità per il nuovo, accogliendo con piacere ogni opportunità che ritenga valga la pena sperimentare.

Commenta