La cultivar denominata Ortice, viene prodotta un po’ in tutto il territorio campano, ma in particolare nella zona compresa tra la media ed alta collina del Sannio, i contrafforti del Tammaro e i monti Taburno e Partenio.

La produzione di olio d’oliva è una tradizione molto antica in queste terre, numerosi reperti archeologici, alcuni dei quali conservati a Benevento nel Museo del Sannio, testimoniano la presenza dell’olivicoltura già in epoca preromana. Questo frutto particolare produce un olio di grande pregio e delicatezza, risultato delle favorevoli condizioni climatiche in cui vengono coltivate le piante e della grande resistenza al freddo che le contraddistingue. La pianta è di media altezza, con chioma alta e portamento assurgente. Le olive vengono raccolte a mano e sono apprezzate anche per il consumo diretto, in salamoia o disidratate al sole, ma se schiacciate con lastre di pietra, secondo tradizione, generano un olio extravergine sensazionale dalle proprietà organolettiche uniche. Questa varietà, particolare a causa dei frutti molto grandi, quasi sferici, si caratterizza per una produzione abbondante ma alternante negli anni, con una resa in olio media (intorno al 16%). L’olivicoltura e la produzione di olio rimane, infatti, una delle principali fonti economiche del Sannio Beneventano e la quantità di olio prodotto in queste terre raggiunge annualmente i 40.000 quintali. Ciò è reso possibile, in primis, grazie al vigore della cultivar Ortice, seguito poi dalla tipologia Ortolana e Racioppella, tutte estremamente generose.
Il colore è verde chiaro tendente al giallo, il sapore è molto elegante, morbido dal gusto fresco e dal corpo pieno. Assaggiando questo prodotto dorato si possono notare sentori tipici di pomodoro, fruttati e con note floreali. Questo particolare olio, dall’incredibile bontà è ottimo per condire zuppe di verdure e legumi, da passare a filo su pesce bollito o grigliato e per primi piatti e carni bianche. In alcuni casi, viene utilizzato anche per la preparazione di salse rosse.

 

Commenta