#PizzaTour, un racconto napoletano, un incontro enogastronomico sopra le righe, alla scoperta delle migliori pizzerie campane: Pizzeria Friggitoria Totò e i Sapori, Acerra

#PIZZATOUR IS BACK! Ben trovati amici! Finalmente dopo le vacanze siamo riusciti a mettere sotto i denti una pizza O’VER! Questa volta siamo stati ad Acerra alla Pizzeria Friggitoria Totò e i Sapori. Abituato agli standard napoletani non credevo di poter trovare una cosí grande qualitá altrove. Abbiamo aperto le danze (e le panze) con il baccalá fritto con le papaccelle, ed è stato subito “mamma santa aiutami”. Non riesco a spiegare l’emozione che ho provato divorando quel cuoppo, impanatura perfetta, e la combo dei sapori era bilanciata talmente bene che ho fatto fatica a trattenere le lacrime.

Le pizze sono state la vera rivelazione di questa tappa, non mangiavo una margherita cosí buona da tempo, impasto perfetto, ingredienti ottimi, la mozzarella stesa su questo ben di Dio è stata la ciliegina sulla torta. La seconda pizza la “Bacon” è stato un viaggio fantastico in campagna, sembrava di aver dato un morso sul dorso di un maiale, la crema di noci ha esaltato il sapore della pancetta, e la mozzarella ha ammortizzato tutto il grasso rilasciato,in pratica un biglietto di sola andata per l’inferno (paradiso?). Un sapore davvero particolare, non fatevi ingannare dalla mia brutalitá, una pizza dai sapori unici, assolutamente da provare.

E dato che siamo insaziabili ci siamo concessi anche una metá di pizza “Paradiso” con salsiccia di polmone e friarielli. Quest’ultima mi ha rimandato ai tempi gloriosi del soffritto, sapore deciso con una punta di piccante. Il verdetto finale è estremamente positivo, prezzo onesto e servizio rapido e cortese. È stata davvero una bella sorpresa. “I’ll be back”

Giovanni Tammaro, classe '91, fin da bambino gli viene affibbiato il nome "John", ancora oggi nessuno sa perché. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università Federico II, John ha lavorato come bassista, compositore, doppiatore e caricaturista ed è stato stagista presso l'ufficio Turismo Sostenibile del Comune di Napoli. Impegnato da molti anni nel campo della didattica musicale decide di aprire un portale totalmente dedicato alla musica chiamato "Better call John". Amante della propria terra e della buona cucina campana, ha dato il via al "Pizza Tour" dando sfogo alla sua creatività con recensioni alquanto bizzarre.

Commenta