#PizzaTour, un racconto napoletano, un incontro enogastronomico sopra le righe, alla scoperta delle migliori pizzerie campane: Pizzeria “I Decumani”, Napoli

#PIZZATOUR IS BACK! L’unico tour culinario condito di paragoni assurdi e una spruzzata di simpatia! Dopo un lungo periodo di astinenza, siamo tornati in patria pronti a far visita alla Pizzeria “I Decumani” situata nel cuore del centro storico di fianco all’ingresso di Napoli sotterranea.

La pizzeria I Decumani vi ospita in un ambiente caldo, accogliente, tutto ciò che ti aspetteresti dalla tradizione napoletana. Le pizze del nostro test sono state la margherita standard e una pizza chiamata “Terra mia” che è subito saltata all’occhio per l’omonimia con il primo album del nostro Pino Daniele. La margherita ha superato il test a pieni voti, con un voto bonus per il bocconcino che è stata proprio come quando vai al cinema e tra le zenghe (pieghe) dei sedili trovi 2 euro, insomma una sorpresa gradita, la classica ciliegina sulla torta. Ingredienti buonissimi, la passata ad acidità zero e l’impasto per nulla bruciato dal napalm.

La seconda pizza “Terra mia” una pizza con ricotta, cicoli, pepe e mozzarella è stato come ritrovare un tuo vecchio amico dei tempi del liceo che credevi scemo ma in realtà è migliorato, ha una casa, una bella moglie e due figli. Gli ingredienti classici della pizza fritta riproposti sull’impasto della pizza originale sono stati davvero la scelta vincente. Ho amato fin dal primo morso questa pizza, provo quasi tristezza a doverla espellere domani mattina, è stato amore a prima vista, un po’ per Pino, un po’ per i cicoli che sono la mia debolezza. I tempi d’attesa un po’ lunghi data la grande affluenza, ma ne è valsa la pena. Servizio buono e prezzi ottimi e soprattutto onesti.

Vuoi scoprire le altre tappe del #Pizzatour? Clicca qui: Terre di Campania

Giovanni Tammaro, classe ’91, fin da bambino gli viene affibbiato il nome “John”, ancora oggi nessuno sa perché. Laureato in Relazioni Internazionali presso l’Università Federico II, John ha lavorato come bassista, compositore, doppiatore e caricaturista ed è stato stagista presso l’ufficio Turismo Sostenibile del Comune di Napoli. Impegnato da molti anni nel campo della didattica musicale decide di aprire un portale totalmente dedicato alla musica chiamato “Better call John”. Amante della propria terra e della buona cucina campana, ha dato il via al “Pizza Tour” dando sfogo alla sua creatività con recensioni alquanto bizzarre.

Commenta