Il pomodoro San Marzano, un prodotto di uso quotidiano che non smette mai di stupire grazie al suo gusto ineguagliabile

Il Pomodoro San Marzano è un prodotto apprezzato in tutto il mondo per le sue caratteristiche organolettiche e per la bontà, specialmente se trasformato in pelato.

Secondo alcune leggende il primo seme di pomodoro giunto in Italia, venne donato al Regno di Napoli dal Regno del Perù nel 1770, e venne piantato proprio nel territorio dell’attuale San Marzano. Da ciò deriverebbe l’origine di questo incredibile prodotto che col tempo, attraverso rigide selezioni e attente cure, ha acquistato le caratteristiche dell’ecotipo attuale, che nel 1966, esclusivamente nella forma di “pelato”, conquista la denominazione di origine protetta dall’Unione Europea.

Il pomodoro San Marzano, dal colore rosso vivo, si presenta di forma allungata con depressioni longitudinali parallele, è caratterizzato da una scarsa presenza di semi e di fibre placentari ed è molto facile da pelare. Le piante di pomodoro San Marzano vengono “allevate” in maniera verticale con l’uso di appositi sostegni, in rispetto dell’antica tradizione di coltura contadina.

Questa bontà campana viene coltivata specialmente nelle zone delle province di Napoli e Salerno, rispettivamente nelle aree comprese tra Acerra-Nola, Pompei-Stabia e Sarno-Nocera, in minor quantità, anche in alcune aree dell’avellinese. In totale il cultivar San Marzano è diffuso in 41 comuni della regione Campania per una superficie di circa 16000 ettari di terreno su cui lavorano oltre 200 aziende. Una delle caratteristiche principali di tale prodotto è quella di esser coltivato unicamente su terreni pianeggianti, profondi, ricchi di materiale vulcanico, sostanze organica, potassio e fosforo. Inoltre la coltivazione del pomodoro San Marzano è facilitata dalla buona idrologia del territorio che può contare sulla presenza di numerose sorgenti e fiumi.

Questa tipologia di pomodoro può vantarsi di essere un cibo gustoso, leggero, povero di calorie ma ricco di vitamine A e C e di sali minerali che esercitano un’azione disintossicante e diuretica sull’organismo. È un prodotto che fa bene al cuore e alla salute grazie alla presenza di licopene, una sostanza che ne marca il colore rosso vivo e che aiuta a prevenire e ridurre i problemi cardiovascolari e i rischi di cancro alla prostata ed allo stomaco. Discreta è la quantità di potassio presente nell’ortaggio. Il pomodoro San Marzano, in modo particolare, ha proprietà rinfrescanti, dissetanti, digestive, stimola l’appetito e rinforza i tessuti.
Secondo i dettami della Dieta Mediterranea il Pomodoro San Marzano è utilizzato per l’accompagnamento di piatti a base di pesce o non troppo complessi. Ottimo nella forma pelata per la preparazione di salse da adoperare con primi piatti cui è consigliato l’abbinamento sia a vini rossi che bianchi. Il Pomodoro San Marzano è utilizzato anche per preparare veloci insalate con olive e mozzarella oppure ripieni con carne di vitello, agnello o manzo.

Maddalena Venuso, nasce a Napoli e, sebbene viva a Marigliano, l'impronta della città natale le resta appiccicata come un francobollo. Poliedrica, fantasiosa, ricca di sfumature. Liceo Classico, Lettere Antiche, esperienza come Archeologa a Napoli e Pompei fino al 1994. Docente presso il MIUR dal 1994, insegna Italiano e Latino al Liceo Scientifico. Traduce la passione per l'archeologia in passione per il territorio, raccontando il gusto e le bellezze delle Terre di Campania e d'Italia. Giornalista indipendente, ha collaborato, fra gli altri, con ItaliaPiù, Italia a Tavola, l'Espresso Napoletano, Oliovinopeperoncino. Mantiene sempre viva la curiosità per il nuovo, accogliendo con piacere ogni opportunità che ritenga valga la pena sperimentare.

Commenta