Com’è entrare per la prima volta da Sorbillo? Scopriamolo insieme

Ci vuole un certo coraggio a recensire Sorbillo, quella che è forse la migliore pizza di Napoli e, quindi, del mondo (i napoletani proprio non riescono a decidere tra lui e l’Antica Pizzeria da Michele di Via Cesare
Sersale) perciò noi di Terre di Campania vogliamo andare oltre. Non una, ma ben quattro recensioni per tutti i locali aperti da Sorbillo-and-family a Napoli. Il nostro viaggio tra pizze esagerate e folle chilometriche inizia dal Sorbillo per eccellenza, quello di Via dei Tribunali.

È anche il più facile da recensire: è tutto buonissimo, grazie mille e arrivederci. Come si fa a dire altrimenti? C’è napoletano che non ci sia mai andato? Che non conosca l’attesa che può durare anche alcune ore? Che non abbia mai visto quella pizza così grande che un normale piatto non basta a contenerla?

E allora non ci rivolgiamo solo ai napoletani, ma a tutti coloro che non ci sono mai stati. Vi raccontiamo una delle nostre esperienze da Sorbillo a Via dei Tribunali, facendo finta che sia stata la prima.

Per la volta da Sorbillo

Via dei Tribunali è una strada molto stretta ed è famosa per gli ingorghi che si formano davanti a due pizzerie: Di Matteo, proprio di fianco all’ingresso di Napoli Sotterranea, e Sorbillo. Sembra che facciano la gara a chi abbia la fila più grossa. E, per buona parte della giornata, è quasi impossibile passare di lì senza dare gomitate a destra e a manca. Consapevoli di ciò, siamo andati da Sorbillo alle 11.30, e c’era già una decina di persone ad attendere. Nel giro di mezz’ora c’era una folla da fare invidia a qualsiasi casello postale e, al momento di entrare, sembrava di assistere ad un assedio.

Il locale è molto vasto. Diviso su tre piani: al piano terra ci sono i tavoli, la cassa e i forni; al primo solo i tavoli e al piano interrato i bagni (conosciamo qualcuno che giudica un ristorante dai bagni: beh, quelli di Sorbillo sono puliti e anche all’avanguardia). Noi ci siamo accomodati al primo, perché non ci allettava l’idea di mangiare con tutta quella gente fuori ad aspettare.

Una volta che i tavoli si sono riempiti (operazione tanto rapida da fare invidia a Usain Bolt), i camerieri si sono subito attivati. Celeri ma cordiali, prendono le ordinazioni mentre noi scorriamo il menu. Il locale è talmente buio che siamo costretti ad usare la torcia del cellulare per decidere e notiamo subito che mancano i friarielli. Per chiunque non sia di Napoli, è meglio che sappiate che la pizza-sasicce-e-friarielli è probabilmente nella top 5 delle pizze più richieste. Potete immaginare lo sgomento di non aver visto tale pizza – e ingrediente – da Sorbillo. Noi pensiamo che molto abbia a che fare con la scelta degli ingredienti, tutti biologi e provenienti dalle migliori case produttrici napoletane certificate (informazioni più dettagliate sugli ingredienti li troverete nelle prossime recensioni). Forse nessuna qualità di friarielli ha soddisfatto i criteri per entrare a far parte del menu di Sorbillo. Se Gino volesse fugare ogni nostro dubbio, la mail è info@terredicampania.it.

Le pizze arrivano dal piano terra al primo piano tramite un montacarichi. Queste, come abbiamo accennato prima, sono enormi al punto da riversarsi sul tavolo. Abbiamo preso anche una birra artigianale, dall’odore fruttato e lievemente amara. Costa €5,50, ma ne vale la pena.

Paradiso fatto pizza

Mangiamo. Qui viene il difficile, per chi recensisce. Come si può spiegare la sensazione di leggerezza, il tripudio di sapori e l’attivazione di tutti i centri del gusto e della felicità?
Paradiso. Paradiso fatto pizza. Provatela, se non credete.

La doppia margherita è costata € 4,80, mentre la marinara €3,00. Considerando che non si paga il coperto e il servizio è del 10%, abbiamo mangiato benissimo a meno di €15. Il resto è mancia.
A questo punto la domanda è: chi fa la pizza più buona? Michele o Sorbillo? Diciamo che questa è un’ottima occasione per tornare da Michele al più presto e fare un vero confronto.

La prossima settimana non perdetevi la nostra recensione sulla nuova entrata di casa Sorbillo: Zia Esterina a via Luca Giordano!

Sorbillo ai Decumani

Dove: Via dei Tribunali, 32
Contatti: 081 446643
Facebook
Sito

3 pensieri riguardo “Sorbillo ai Decumani: il Paradiso fatto pizza

Commenta