Casalbore: un viaggio di tradizione, storia e cultura culinaria. Tittipasticci presenta: “Strenghe e ruoccheli” (Pasta con broccoli rapa)

Oggi siamo nella verde Irpinia, nel piccolo borgo di Casalbore conquistato dai Normanni all’inizio del 1200. Gli invasori costruirono la Torre Normanna, tutt’oggi visitabile, necessaria per il controllo delle principali vie di commercio e di pellegrinaggio nella sottostante Valle del Miscano, attraversata dal Regio Tratturo Pescasseroli-Candela, che collega l’Abruzzo con la Puglia per il pascolo delle greggi. E proprio lungo questa via della tradizionale transumanza, i pastori hanno tramandato nel tempo gli usi e i costumi delle regioni limitrofe, influenzando la cucina locale con piatti ancora oggi apprezzati.

A questi piatti appartengono, a buon diritto, le  “Strenghe e ruoccheli”, che parlano di una cucina contadina ricca di sapori, realizzata con materie prime semplici. Basta un mazzo di “ruoccheli”, i broccoli che crescono spontaneamente nelle terre casalboresi, e un pugno di farina di grano duro per ottenere un piatto unico, dal sapore deciso ma delicato.

La ricetta

Per la pasta:

100 g di farina di semola di grano duro 
50 ml di acqua

Per il condimento:

100 g di broccoli pre-lessati
30 g d’olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio
Sale q.b.
Pepe nero q.b.
Polvere piccante q.b.
30 ml di acqua

Procedimento

Impastare la farina con l’acqua, fino a formare un impasto sodo.

Stendere l’impasto, con il matterello, fino ad ottenere una sfoglia sottile 2 mm.
Far riposare e asciugare la sfoglia per 2 ore,  dopodiché avvolgerla attorno al matterello e sfilare quest’ultimo, come per le tagliatelle all’uovo, e tagliare le strenghe col  coltello di una larghezza di circa 1 cm. Prendere le strenghe dalle estremità e adagiatele sul piano leggermente infarinato.

Proseguire fino a terminare tutto l’impasto.

Preparare il condimento, in un’ampia padella versare l’olio extravergine d’oliva con uno spicchio d’aglio. Far leggermente rosolare ed aggiungere i broccoli, precedentemente lessati in acqua bollente, far proseguire la cottura aggiungendo l’acqua, il sale, la polvere piccante e il pepe nero.

Cuocere le strenghe in abbondante acqua salata con qualche goccia d’olio per 5 minuti e farli saltare in padella con il condimento.

 

Commenta