Ragù di zucca: ecco cosa preparare per la cena di Halloween . Né dolcetto né scherzetto: un primo piatto in piena regola! Bisogna avere solo pazienza e tanto amore.

 

Trick or treat!

La notte di Halloween è vicina. Come rendere ancora più piacevole  per gli ospiti la serata mascherata?Terre di  Campania vi consiglia di preparare un composto semplice ma allo stesso tempo magico e misterioso. Tra maghi, streghe, licantropi e vampiri, cuciniamo un primo piatto saporito all’insegna della zucca. Raccomandiamo: meglio comprarla piena.zucca-01

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 3 litri di acqua;
  • Olio di oliva di abbondanza;
  • Zucca 1 kg;
  • Prezzemolo e olio per condire;
  • 450 gr penne rigate;
  • Grattugiata di parmigiano, pecorino e romano mescolati insieme.

PROCEDIMENTO:

Il tempo di preparazione previsto è di circa due ore.

Grattugiare il pecorino, il romano e il parmigiano in una ciotola e mescolarli, lasciandoli al fresco.

Prendere una pentola larga e alta in cui versare 3 litri di acqua.

Nello stesso tempo pulire la zucca e tagliarla a pezzetti non troppo grandi ed inserirli nella pentola.

Scegliere il prezzemolo e l’aglio tagliati a piccoli pezzi come condimento ed introdurli nel composto.

Come tocco finale l’olio di oliva in abbondanza.

La zucca deve cuocere per circa un’ora e mezza finché non si sarà assorbita tutta l’acqua. Bisogna rendere tutto il prodotto omogeneo e somigliante ad un sugo.

Per questo motivo il primo piatto di Halloween viene denominato Ragù di zucca. Il colore sarà di un arancione scuro tendente al rosso.

Dopo aver fatto rosolare per bene questa salsa, si passa alla cottura della pasta. Si consiglia di scegliere le penne rigate per una maggiore riuscita di gusto. La zucca verrà utilizzata come ragù sulla pasta, una volta cotta, con una spruzzata di formaggio per ricoprire il piatto. Servire il tutto preferibilmente in piatti neri ed arancioni con tanto di ragnetti e pipistrelli disegnati sopra.

 

Figlia e nipote di ferrovieri, nasco con la passione per le arti e con una curiosità viscerale del mondo, iscritta a Flickr per comunicare visivamente la mia tecnica fotografica nei miei viaggi, nel 2000 mi sono classificata al secondo posto nella sezione narrativa per il premio città di Salerno. Laureata in lettere moderne con indirizzo spettacolo nel 2007, ho lavorato nelle scuole superiori come docente di lettere e per un breve periodo come guida turistica. Contemporaneamente ho seguito vari corsi di scrittura creativa, editoria, grafica, fotografia digitale e reporter di pace. Attualmente sono iscritta al Circolo Letterario Anastasiano col quale partecipo a reading letterari e ho pubblicato per il Verso Verde una poesia dal titolo ''Residui d'Irpinia''. Ho collaborato con il giornale Dream Magazine come fotoreporter per la sezione artistica dedicata alla mostra SEVEN, svoltasi a villa Vannucchi nel 2011. Infine gestisco un blog personale che si interessa di sapori e folclore italiano e lavoro per l'amministrazione di uno studio contabile.

Commenta