Lo scorso mercoledì 7 settembre alle ore 18:00, il vernissage dell’evento culturale “Immagini come Appunti di Viaggio” ha ufficialmente aperto al pubblico le porte del Laboratorio Culturale “Campania Bellezza del Creato” per toccare con mano di cosa sia fatta l’Arte, la Cultura, la Bellezza.

Il 7 settembre, Terre di Campania APS ha dato vita ad un meraviglioso momento di divulgazione e confronto sui temi della Bellezza, dell’Arte, della Storia, presso il Laboratorio Culturale “Campania Bellezza del Creato” nel Santuario di Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia (NA). Protagonista di questi appassionanti momenti è stato l’evento culturale “Immagini come Appunti di Viaggio”, che ha garantito al pubblico un contatto diretto con la storia dei nostri castelli, tramite la raccolta fotografica realizzata da Giuseppe Ottaiano lungo i suoi viaggi nella Campania tutta, e con la storia di Federico II Re di Svevia, grazie alla mostra d’arte “Stupor Mundi”  dell’artista Gustavo Delugan, che raccoglie tutte le opere dell’artista dedicate al sovrano del XIII secolo.

La serata ha visto un primo momento di benvenuto al pubblico e di presentazione degli ospiti, quali il direttore dell’Agenzia Regionale Campania Turismo Luigi Raia, lo storico d’arte Mino Iorio e l’artista Gustavo Delugan.

Sono poi intervenuti sul palco P. Gianpaolo Pagano O.P., la giornalista Maddalena Venuso, moderatrice dell’evento, e Giuseppe Ottaiano, che ha illustrato le bellezze del territorio tra castelli e roccaforti, lasciando poi la parola al giovanissimo Sabatino Fatigati, che ha portato all’attenzione le peculiarità storiche ed architettoniche di alcuni tra questi.

Estremamente stimolanti ed interessanti sono stati l’intervento del Prof. Iorio, incentrato sulla figura di Federico II nonché sull’aderenza delle opere del Delugan alla figura del sovrano e sull’inquadramento storico, geografico e culturale delle opere dell’artista, e di Luigi Raia, che ha raccontato di una Campania divisa a metà tra gioie e dolori, ponendo l’accento, però, sulla Speranza: la Speranza che nasce negli occhi dei giovani, nella forza delle braccia delle nuove generazioni, che possono portare ad un rinnovamento culturale della regione in piena continuità con il lavoro di chi, come Giuseppe Ottaiano ed i presenti all’evento, veri e propri Ambasciatori della Bellezza, sta lavorando oggi e sempre per salvaguardare e valorizzare le meraviglie che ci circondano e che ci raccontano chi siamo.

A chiudere la serata, uno sguardo approfondito alle opere del Delugan: l’artista ha guidato il pubblico lungo la mostra illustrando il senso e le peculiarità delle sue opere.

Ancora, brindisi e confetti ad addolcire ulteriormente l’evento.

Ricordiamo che la mostra “Immagini come Appunti di Viaggio” sarà aperta al pubblico fino al 21 settembre. Pieno di amore e passione è il caloroso invito a godere di questo evento e credere nella Bellezza, nella potenza del nostro immaginario artistico, nella regalità della nostra storia e, infine, al vigore con cui Terre di Campania APS, in condivisione con la Comunità dei Domenicani del Santuario della Madonna dell’Arco e dal Priore Padre Gianpaolo Pagano, porta avanti l’idea di un rinnovamento e di una riscoperta delle nostre radici, proteggendole ad ogni costo affinché portino frutti a coloro che verranno.

Commenta