Il 6 maggio 2016 il Museo di Pietrarsa ospiterà il prestigioso Gran Ballo delle Debuttanti, tradizione storica portata avanti dalla scuola militare Nunziatella

E’ la sera del Gran Ballo delle debuttanti: si accendono le luci, parte la musica accompagnata da fragorosi applausi, entrano ad una ad una le elegantissime coppie pronte a danzare al ritmo di valzer in una magica atmosfera. Scendono dalle scale tante “principesse per una notte” vestite di bianco, mano nella mano con il proprio cadetto. La vista si abbaglia per i flash delle foto, le gambe tremano per l’emozione e i sorrisi più veri appaiono sui volti stupefatti di ragazzi e familiari. Una serata da sogno, immersa in un tempo ormai perduto, è davvero possibile tutto ciò?

La secolare e prestigiosa scuola militare Nunziatella di Napoli oltre a preparare gli allievi alla vita e alle armi, mantiene intatte tradizioni ormai amate da tutti; primo tra tutti uno dei più importanti eventi mondani del napoletano: il Gran Ballo delle Debuttanti. Anticamente l’organizzazione dell’evento era collegato all’ingresso nell’alta società delle giovani donne pronte a lasciare l’infanzia per entrare in ottima compagnia nel mondo degli adulti. Oggi la funzione del Gran Ballo è andata persa, ma coincide in realtà con la fine dei tre anni accademici. I cadetti, sicuri di non poter mai dimenticare il Rosso Maniero, organizzano il Mak TT 100 che è contemporaneamente la realizzazione di un sogno e la rottura del legame fisico con la scuola. Dopo la cerimonia militare del “Passaggio della stecca” i cadetti concedono alle proprie debuttanti una magica serata in palazzi sontuosi tra ricche cene sofisticate e magnifici vestiti perfetti per gli eleganti balli imparati durante le lunghe, ma mai noiose prove prima dell’evento.

Quest’anno il Gran Ballo sarà ospitato il 6 maggio 2016 dal suggestivo Museo di Pietrarsa che offre una magnifica vista sul Golfo di Napoli tra il mare e il Vesuvio. Le principesse si troveranno a volteggiare tra le antiche locomotive che hanno fatto la storia del viaggio in Italia da 170 anni a questa parte. Anche quest’anno i vestiti sono stati preparati dal pluripremiato stilista Nunzio Russo che contribuisce, anche con trucco e acconciatura, a rendere tutto perfetto. Una serata all’insegna della storia, un tuffo nel tempo che non può far altro che regalare bellissime emozioni e ricordi indelebili. Le storiche mura del museo saranno lo sfondo di un sogno: le piccole donne diventeranno le principesse di una magnifica notte e gli allievi della Nunziatella potranno intonare il loro Canto d’addio formando una grande “N” sotto le note del “Silenzio”.

Lacrime di gioia si mischiano a momenti di grande nostalgia, tanti e tanti ricordi affiorano alla mente, eppure in un caldo abbraccio tra cadetti e debuttanti ci si dimentica di fare ancora parte della realtà. Mondanità, eleganza e magia si mescolano in un unico grande evento che anno dopo anno, grazie alla Nunziatella, non smette mai di incantare.

Commenta