Altro passo falso del Benevento che scivola in quinta posizione con due partite in meno del Pescara capolista. I ragazzi di Bucchi devono lasciarsi alle spalle l’Ascoli e concentrarsi sul match col Carpi questo sabato.

E’ un Benevento a due velocità quello di questo inizio di Serie B. Dopo la vittoria con la Cremonese e quella col Livorno i sanniti inciampano in casa contro l’Ascoli. Eppure i padroni di casa partono bene: vantaggio al secondo minuto con il solito Massimo Coda (quinta rete in otto presenze stagionali) che realizza il più semplice dei tap in su respinta laterale del portiere piceno Perucchini. Gli ospiti siglano la loro prima vittoria in trasferta grazie all’autorete di Volta che devia alle spalle di Puggioni un ottimo cross tagliato di Laverone su cui il centrale beneventano è sfortunato nell’anticipare Beretta. Prima dell’intervallo ci prova ancora Coda su suggerimento fantastico di Viola ma trova Perucchini pronto a riscattarsi per l’imprecisione sul primo goal, ma è Ninkovic ad andare più vicino al goal con un bel tiro da fuori area al volo che Puggioni devia in angolo.

Neanche il tempo di rientrare dagli spogliatoi che il parziale cambia ancora, e ancora una volta al secondo minuto di gioco: stavolta il goal lo trova l’Ascoli che sfrutta un errore madornale di Puggioni che rinvia malissimo, gli ospiti verticalizzano immediatamente verso Ninkovic che sfrutta il buco venutosi a creare nella difesa sannita per siglare il raddoppio. Seconda rete in campionato per il serbo che dopo la rete all’Arechi segna anche al Vigorito, dimostrando una chiara predilezione per gli stadi campani. Dopo la rete il Benevento cerca di battere la muraglia ascolana prima con Coda che di testa non imprime abbastanza potenza al tiro e poi con Asencio che cerca una favolosa sforbiciata che però non impatta bene il pallone finendo tra le braccia del portiere avversario. Ancora il giovane spagnolo cerca di impensierire Perucchini due volte in mischia ma dimostra che il colpo di testa non è la specialità della casa.

Una sconfitta che riporta ancora una volta alla realtà il Benevento, che da settimane cerca quella continuità che può farla arrivare al vertice della classifica e sperare di tornare in Serie A senza passare dai play off, ma una difesa spesso incerta non facilità l’obiettivo. Attenzione rivolta al match di sabato prossimo in casa del Carpi penultimo in classifica.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta