Buon primo tempo dei campani che subiscono il ritorno dei padroni di casa nella ripresa. Perdono anche Spal e Verona mentre il Crotone pareggia in casa, la salvezza è a -14.

Non era facile, ma bisognava provarci. Il Benevento esce sconfitto anche dall’Olimpico di Roma col passivo di 5 – 2. L’inizio dei campani è incoraggiante col goal di Guilherme che al 7′ si incunea in area e beffa Alisson con un tiro deviato. La Roma ci prova con Dzeko in due occasioni, al 12′ e al 21′ trovando due strepitosi interventi di Puggioni e Viola. Il pareggio arriva al 26′ col colpo di testa di Fazio sull’imbeccata di Kolarov su punizione.

La ripresa si apre con un quasi eurogoal di Viola che cerca di spiazzare Alisson da centrocampo, da lì in poi si scatena Cengiz Under: Prima l’assist per Dzeko del 2 a 1, al 62′ il secondo sigillo consecutivo del turco che approfitta di una bella azione di Perotti che scarica al limite dell’area per concludere con una gran conclusione. Al 75′ doppietta personale di Under che chiude affossa il morale del Benevento con un mancino chirurgico ma non scoraggia Brignola che segna il 4 a 2 su cross di Lombardi. La pratica è chiusa al 90′ da Defrel su rigore causato dal fallo di mano di Djimsiti.

Il tempo è inclemente e le speranze del Benevento di permanenza in Serie A sono ridotte all’osso. Le prossime 14 gare saranno decisive per il futuro dei sanniti a partire dall’imminente Benevento – Crotone che potrebbe almeno in parte riaprire le chances salvezza degli stregoni.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta