Pirotecnico match al Vigorito: Cinque goal, tutte prime volte! Il Benevento sale a dieci punti e intravede (col binocolo) la zona salvezza, presidiata proprio dal Crotone.

Un’inaspettata vittoria è quanto ci voleva per riaprire i giochi nella lotta salvezza non solo del Benevento, ma anche di Spal e Verona, entrambe sconfitte rispettivamente da Napoli e Lazio, che in caso di vittoria del Crotone avrebbero visto alzare la soglia salvezza a quota 24 punti, mentre la prima delle inseguitrici, la Spal, è a 17. Il Benevento può gioire per aver tenuto aperti i giochi, dato che con questo successo sale a 10 punti e recupera su tutte le rivali.

Il match in realtà è molto equilibrato, come testimonia il parziale di 1-1 alla fine del primo tempo. Il Crotonetrova il vantaggio con il sigillo del giovane scuola Milan Crociata, ma al 37′ il Benevento trova il pari con l’ex Tottenham Sandro al 37′. La ripresa si apre con la rete di Viola, con un coraggioso e fortunato tiro dalla distanza che trova la deviazione decisiva di Faraoni al 65′. Il Crotone riporta la partita sui giusti binari con un altra prima volta, quella di Ahmed Benali, l’ex Pescara pareggia al 73′ di testa su una dormita della difesa casalinga. La svolta arriva all’89’, quando un altro neo acquisto, Cheik Diabatè, trova con un’incornata il goal della vittoria che proietta i sanniti verso una insperata lotta salvezza.

Bella la favola nella favola, poichè l’autore del goal vittoria Diabatè è uno che nella vita ha dovuto affrontare molti drammi e sfide, soprannominato non a caso “il gigante buono”, già nell’adolescenza ha dovuto affrontare due gravi lutti, quello della madre e del migliore amico, rimanendo però fermamente ancorato allo sport che ama, il calcio, che gli ha dato tante soddisfazioni nonostante le innumerevoli critiche che lo hanno accompagnato durante tutta la sua carriera. Ora Benevento se lo coccola, aspettando il migliore dei lieto fine.

Commenta