Gli spallini passano grazie ad una doppietta di Floccari, per il Benevento tante sconfitte e nessuna speranza.

Anche la Spal passa al Vigorito. Normale amministrazione potremmo dire, per quella che ormai non è più una notizia. La Spal espugna il Vigorito con una doppietta del redivivo Sergio Floccari, bomber d’annata bravo a farsi trovare pronto quando serve. De Zerbi si gioca gli assi Ciciretti e D’Alessandro insieme dal primo minuto a supporto dello svedese Armenteros, tridente che gioca una buona prima frazione di gara ma è la Spal a sembrare più reattiva: Ci prova prima Grassi al 30′ con un colpo di testa parato da Belec e due minuti dopo la rete del vantaggio firmata da Paloschi, annullata dall’arbitro con l’ausilio del VAR per fuorigioco di Schiattarella. Sul finale di primo tempo gli ospiti lamentano un mancato rigore per mani di Memushaj che l’arbitro non assegna dopo averlo visionato a bordocampo.

Al rientro in campo è subito la Spal a rendersi pericolosa, con una doppia occasione prima sul siluro di Floccari abilmente parato da Belec e pochi istanti dopo il miracolo di Di Chiara che salva il tap in comodo di Paloschi, e qui esce fuori il Benevento: Piazzato di Ciciretti che mette un ottimo pallone per Costa che devia di testa in rete con deviazione di Cremonesi, al 59′ i padroni di casa sono in vantaggi 1 a 0. La gioia dura solo 5′, quando Sergio Floccari apre le danze insaccando l’assist di Schiattarello e riportando la partita in parità, almeno fino al 73′ quando sempre Floccari ribadisce in rete la ribattuta di Belec sulla bordata di Mattiello. Nel finale il Benevento crea con Cataldi e Puscas ma Gomis nega ai sanniti il secondo punto stagionale. La Spal invece agguanta il Genoa a quota 13 punti al terz’ultimo posto.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta