Ritmo incredibile per l’allenatore del Bologna che dopo aver conquistato una salvezza impensabile due mesi fa si toglie anche la soddisfazione di battere il Napoli di Ancelotti.

Pura accademia tra Bologna e Napoli che chiudono il campionato affrontandosi al Dall’Ara per il match della 38′ giornata di Serie A. Più nulla da chiedere per le due squadre dopo che i felsinei hanno ottenuto la matematica salvezza pareggiando in casa della Lazio mentre il Napoli è reduce dalle quattro reti del San Paolo rifilate all’Inter. Partono meglio i padroni di casa che si portano sul doppio vantaggio sullo scadere della prima frazione con il ritrovato Santander e l’ex di giornata Blerim Dzemaili al 43′ e 45′. Nella ripresa gli azzurri accorciano prima con Faouzi Ghoulam al 57′ sempre più vicino al ritrovare la forma persa nell’ultimo anno e mezzo a causa dei gravissimi infortuni occorsi, mentre il pari arriva con Dries Mertens al 77′. Gli uomini di Mihajlovic non ci stanno e terminano la stagione in bellezza chiudendo il discorso sul 3-2 finale con la seconda rete di Santander all’88°.

Ad Ancelotti fallisce il tentativo di eguagliare gli 82 punti del primo anno di Maurizio Sarri, sempre più vicino ad allenare la Juventus, mentre il Bologna riesce incredibilmente a conquistare il 10° posto in campionato sfruttando le sconfitte di Sassuolo e Spal, utopia considerando la situazione disperata da cui partiva la squadra e bel riconoscimento contando i tre milioni in più di diritti TV rispetto alle squadre della parte destra del campionato.

Commenta