Terminata la rassegna Bruno in The Garden, eventi in musica e aperitivi a San Giorgio a Cremano

Giovedì 13 luglio è calato il sipario sulla rassegna di eventi Bruno in the Garden, che per quattro settimane ha illuminato e riempito di buona musica la città di San Giorgio a Cremano.

Costante di tutti gli appuntamenti è stata una cospicua partecipazione dei cittadini sangiorgesi e non solo, che hanno avuto la possibilità, attraverso Bruno in the Garden, di vivere un’esperienza nuova e sfruttare le meravigliose ville che hanno ospitato l’evento.

Dopo i primi due appuntamenti in Villa Bruno, i teloni dell’Associazione Cremano Giovani si sono spostati in un’altra location storica, Villa Vannucchi. Ed anche questi giardini sono stati un palcoscenico perfetto per momenti di condivisione, gioco e divertimento.

La villa si è trasformata in luogo d’incontro per diverse generazioni, ma sopratutto il grande merito che si riconosce ai ragazzi dell’Associazione è stato quello di coinvolgere, offrendo un’attrattiva a km 0, giovani di tutte l’età.

Un’organizzazione perfetta, garantita dalla collaborazione con i diversi sponsor: Forum dei Giovani di Portici, Le Maschere Del Vesuvio, Libreria La Bottega delle parole, Terre di Campania, Quattroquadrati 4Km², Raccolta Fondi NutriAfrica.

Giovedì, per l’ultimo capitolo della rassegna, si sono esibiti sul prato di Villa Vannucchi  giovani talenti che, come ci si aspettava, sono stati all’altezza dei precedenti. In ordine di esibizione abbiamo: Mario Di Giovanni, Anna Mancini, Vic Street, Il BellaVista (Vincitore di Arezzo Wave Love Festival Campania). Non sono mancati momenti di riflessione, con la commovente lettura della Ginestra di Leopardi, circa la situazione incendi che sta mettendo in ginocchio il vesuviano e non solo.

Teloni, tramonti e musica all’aperto, sono queste le parole chiave per riassumere quello che Bruno in the Garden ha rappresentato. Una semplicità ricercata, sollievo per lo stress della sessione estiva, dell’esame di stato e delle lunghe giornate di lavoro.

Ci lasciamo così nella speranza che quello di giovedì sia un arrivederci al prossimo anno, e che iniziative come queste si moltiplichino nelle nostre piccole realtà cittadine.

Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II. Divoratrice di serie Tv e film di ogni genere. Nostalgica di epoche che non ho vissuto.

Un pensiero riguardo “Bruno in the Garden, dall’inizio alla fine.

Commenta