Il Napoli ne rifila tre anche al Sassuolo che da battaglia, mentre il Benevento prende altre cinque reti dalla Lazio lanciatissima verso la zona Champions.

Weekend agrodolce per il calcio campano in Serie A, da un lato la corsa Scudetto del Napoli che supera per 3 – 1 il Sassuolo al San Paolo e dall’altro il Benevento che prende altre cinque reti al Vigorito con la Lazio.

Il Napoli dopo un’amnesia iniziale sulla quale Falcinelli supera Albiol ed insacca lo 0 – 1 riprende il gioco in mano e risponde a tono: Prima Allan è un rapace ad avventarsi su Sensi che al limite della propria area di rigore cincischia sul pallone e mette in condizione il brasiliano di presentarsi a tu per tu con Consigli e di siglare il pari a 4 minuti dal vantaggio degli emiliani;

Il raddoppio arriva direttamente su calcio d’angolo dove Callejon mette un cross sul primo palo dove Insigne cerca l’intervento aereo senza trovare il pallone mandando a vuoto l’intervento di Consigli che si butta il pallone in porta, rete assegnata allo spagnolo. Il goal della sicurezza è messo a segno dal solito Dries Mertens nel segno della continuità dopo la doppietta al Genoa he si fa trovare preparato a raccogliere col petto un assist di Raul Albiol sulla linea di porta per il 3 – 1 finale, anche se il Sassuolo gioca una gara molto ordinata e si rende pericoloso in più di una occasione, prendendo anche una traversa nel primo tempo su punizione di Sensi.

Al Vigorito invece non c’è storia: la Lazio banchetta sui resti del Benevento, che prende altre cinque reti da una Lazio in palla che centra la 6a vittoria nelle ultime 6 gare, per il Benevento ormai c’è poco da aggiungere, 11° sconfitta in altrettante gare, mai nessuno così male in Serie A, la salvezza dista sei punti, non una enormità, ma se il trend è questo inutile illudere i tifosi.

Al tabellino si iscrivono subito Bastos, Immobile e Marusic, dopo 25″ il parziale è già sul 3 – 0; il secondo tempo sembra dare nuova garra agli stregoni che al 10″ la riaprono con Lazaar ma le speranze durano per altri venti minuti, quando Parolo segna il quarto goal e Nani la chiude al 41″ fissando il risultato sul 1 – 5 definitivio.

Da segnalare una gara straordinaria di Immobile come sempre, che oltre al goal mette a referto ben 3 assist, mentre nel Benevento si distingue più o meno solo Ciciretti.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Un pensiero riguardo “Campane in Serie A ai due opposti: La capolista Napoli implacabile, il Benevento sempre più ultimo

Commenta