Il progetto al via in Campania passa alla fase esecutiva già al Cardarelli, all’Ospedale del Mare e al San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona.

Agevolare la genitorialità, è questo lo scopo del progetto che adeguerà le strutture sanitarie pubbliche campane ai bisogni delle famiglie di lavoratori e di pazienti che porteranno alla creazione di ludoteche e asili nido che potranno ospitare dai 20 ai 50 bambini dai 0-3 anni o 3-12, per un totale di ore utile a coprire due turni di lavoro.

La proposta è stata fatta soprattutto per le donne lavoratrici ma potranno usufruirne anche le persone in cura presso l’ospedale e chi vi si recherà per trovare un parente. Lo sforzo della Regione Campania sarà quello di sfruttare le risorse per allestire o adattare spazi in seno agli ospedali, riferisce l’Assessore Marciani.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta