A marzo, mostra su Canova al MANN: sei i capolavori esposti tra cui anche Amore e Psiche stanti e le Tre Grazie.

Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) ha da poco firmato un accordo con l’Ermitage di San Pietroburgo, uno dei musei più famosi di tutta la Russia, diretto da Michail Piotrovsky.

Stando alle ultime notizie, Napoli si preparerà ad onorare la memoria dello scultore Antonio Canova (Possagno, 1757 – Roma, 1822), allestendo, a marzo 2019, una mostra dal titolo Canova e l’antico. I capolavori esposti sono sei: il Genio della morte, la Danzatrice, la Ebe stante, l’Amorino alato, il gruppo Amore e Psiche stanti e le Tre Grazie; a queste si uniranno la statua romana dell’Ermafrodito dormiente (III-I secolo a.C. ca) e il gruppo Ercole e Lica. Contemporaneamente, il MANN e la Sovrintendenza di Pompei si impegneranno a preparare una mostra su Pompei, nelle sale del museo pietroburghese.

Commenta