Le colombe di “Progetto Spesa” sono realizzate avvalendosi di materie prime di assoluta qualità e grazie a metodi di lavorazione artigianali con lievitazioni che sfiorano le 30 ore.

Le eccellenze del territorio campano riuniti in una deliziosa idea in vista dell’arrivo imminente della Pasqua. Pasta di mandorle al mandarino, albicocche del Vesuvio, mela Annurca e gocce di cioccolato: questa la nuova colomba del “Progetto Spesa. “Il nostro obiettivo è proprio quello di scovare i piccoli e semisconosciuti produttori del nostro immenso territorio e fare in modo che i loro prodotti genuini facciano parte della nostra spesa, recapitata direttamente a casa. Mangiare bene, vuol dire vivere bene nel rispetto della terra e dei suoi frutti”, ha chiarito l’ingegnere Giacinto Martone, l’artefice del Progetto Spesa, un mood alternativo di fare la spesa.

Le colombe di “Progetto Spesa” sono realizzate avvalendosi di materie prime di assoluta qualità e grazie a metodi di lavorazione artigianali con lievitazioni che sfiorano le 30 ore. La colomba classica e non solo, i sapori in proposta quest’anno sono una ricca e gustosa varietà: arancia e cioccolato; amarene e cioccolato; caffè e gocce di cioccolato dall’impasto scuro; gocce di cioccolato. Da non perdere la novità, la colomba eccellenze campane con pasta di mandorle aromatizzata al mandarino, albicocche del Vesuvio, mele annurche e gocce di cioccolato.

Il packaging si distingue per la sua molteplicità di colori piuttosto innovativi: una raffinata scatola verde che rievoca la natura e la primavera, avvolge il prodotto per esaltarne le caratteristiche. “Questo colore lo abbiamo scelto perché richiama la positività e la passione con la quale svolgiamo questo lavoro”, ha aggiunto Giacinto Martone.

Progetto Spesa presenta anche un eccellente “casatiello”, rustico da consumarsi preferibilmente durante il corso della lunga giornata della Pasquetta, emblema della resurrezione di Cristo e derivato sempre dalla sapienza e dalla tradizione dei maestri fornai campani. In più ecco la proposta delle classiche uova di cioccolato, alcune decisamente speciali come quella deliziosa al croccantino di San Marco dei Cavoti.

Commenta