Finisce a reti inviolate il recupero della 15a giornata tra Cosenza e Benevento, un pari che smuove poco la classifica ma permette ai giallorossi di agganciare il settimo posto.

Arriva un pari tra Cosenza e Benevento nel match del Marulla, dove i sanniti erano chiamati al riscatto dopo la sconfitta col Verona. Da registrare soprattutto i progressi della difesa, che nell’ultimo mese ha subito due sole reti in cinque gare, dopo averne prese tre nel solo match contro lo Spezia finito 3-1. Posticipata di ventiquattro ore per il campo inzuppato, il match vede sin dalle prime battute più propositivi i padroni di casa, che si rendono pericolosissimi con il difensore Dermaku con un colpo di testa da corner che viene parato da Montipò con l’ausilio della traversa.

La risposta beneventana arriva con il solito Coda che dai trenta metri scaglia un tiro diretto sotto la traversa che Perina alza in corner per non correre rischi. Sul finale di tempo Tutino si divora un goal tutto solo nell’area degli ospiti ma non riesce a tenere basso il pallone proveniente dalla fascia e lo spedisce in curva, mentre pochi minuti dopo l’allenatore del Cosenza Braglia viene espulso per una chiamata tardiva del guardalinee sul fuorigioco di Coda lanciato a rete.

Nella ripresa le squadre si allungano e cercano il vantaggio con più insistenza. Bello il tiro da fuori area di Di Chiara che sfiora il palo alla sinistra di Perina che in ogni caso sembrava essere in traiettoria, ma l’occasione migliore capita a Buonaiuto: slalom dalla sinistra, serie di doppi passi ad ubriacare gli avversari e destro verso la porta avversaria deviata da un difensore che per poco non beffa Perina che però viene salvato dal palo.

Sul finale clamorosa occasione per il Cosenza con D’Orazio che viene servito tutto solo in area di rigore da Mungo batte Montipò ma Antei si fa trovare pronto sulla linea e salva il Benevento dalla seconda sconfitta consecutiva. Boccata d’ossigeno per Bucchi che con questo pari aggancia il Perugia a ventidue punti salendo al settimo posto, mentre il Cosenza sale a più due punti sulla zona retrocessione.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta