La nostra realtà cinematografica: De Luca lancia l’idea di una Cinecittà per la Campania

Non c’è nessuna forma d’arte come il cinema per colpire la coscienza, scuotere le emozioni e raggiungere le stanze segrete dell’anima. (Ingmar Bergman)

La realizzazione un centro di produzione cinematografica, sul modello di Cinecittà, in Campania: realtà o romantica fantasia? Ad avanzare la proposta è stato il governatore Vincenzo De Luca, durante il corso del meeting con registi e produttori dei film made in Campania che hanno preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia. Lo scopo fissato dal governatore è quello di porre in campo, in seguito al bando che assegna cinque milioni di euro per il settore, iniziative ed attività capaci di supportare l’universo cinematografico campano. Affascinante idea sarebbe la realizzazione di un centro di produzione.
De Luca ha dichiarato:

Non siamo ancora arrivati a una conclusione, ma è uno degli investimenti da tenere presente.

Il cinema “ambasciatore” della Campania,  nel seguito del suo intervento ha evidenziato come la presenza di produzioni campane alla Mostra del Cinema di Venezia abbia significato un momento promozionale importante per Napoli e l’intera regione. “Siamo orgogliosi –così il governatore– per l’immagine bella, forte e ricca di Napoli che è stata data alla Mostra del Cinema di Venezia, dopo tante immagini di disperazione. A mia conoscenza non c’è mai stata una presenza così marcata del cinema campano a Venezia, è stata un’esperienza straordinaria”.

Andare al cinema è come andare in Chiesa per me, con la differenza che la Chiesa non consente il dibattito, il cinema sì. (Martin Scorsese)

Anche sulla scia di questo successo la Regione è intenta ad offrire al settore cinematografico campano i mezzi, e le risorse, necessari a sviluppare una progettazione di lungo periodo. Ha rimarcato De Luca:

Non possiamo vivere di momento o cicli, ma di stabilità e quindi voglio dare a voi una certezza e cioè la possibilità di programmazione negli anni.

Oltre che un buon biglietto da visita per la Campania, quest’esperienza cinematografica può e deve essere, per il governatore De Luca, opportunità di formazione e lavoro per i più giovani. A cominciare dalla scuola, “anche attraverso seminari, per raccontare e appassionare i ragazzi”. Tramite le risorse europee, ha detto il presidente della Regione, “è possibile formare figure professionali per la produzione cinematografica. Elettricisti, tecnici di scena, per esempio, e tutte le figure che servono per creare un comparto economico della Campania per le produzioni cinematografiche”.

Il cinema è un’esplosione del mio amore per la realtà. (Pier Paolo Pasolini)

 

Laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in Storia Moderna dal titolo RITRATTO O MODELLO DELLE GRANDEZZE, DELIZIE E MERAVIGLIE DELLA CITTA’ DI NAPOLI del marchese Giovan Battista Del Tufo(1588)’ (Relatrice la prof.ssa Marcella Campanelli). Laureato in Scienze Storiche, curriculum moderno e contemporaneo, con una tesi in storia moderna seguita dal prof. Giovanni Romeo, dal titolo ‘Le denunce di adescamento in confessione a Napoli tra Sei e Settecento’. Amante della musica, suono la chitarra, scrivo e musico canzoni. Con le mie parole e la mia cultura spero di dare voce all’anima candida di questa terra.

Commenta