Apre nuovamente al pubblico, questa volta per davvero, Edelandia, il primo parco divertimenti d’Europa rimasto chiuso a lungo

Il primo parco giochi d’Europa, l’Edenlandia, finalmente riapre! L’abbiamo atteso tanto, tante sono state le date di apertura annunciate come quelle definitive, ma poi niente da fare. Questa volta le cose sono andate diversamente, i cancelli dell’Edenlandia riaprono al pubblico e ai suoi dipendenti. C’è chi è cresciuto con l’Edenlandia, con il vecchio PalaEden (il teatro del parco giochi con i suoi magnifici spettacoli) e chi ancora non ha potuto godere delle giostre e dell’atmosfera. Tra le attrazioni, quelle storiche purtroppo non sono ancora aperte al pubblico. Tra queste, i lettori ricorderanno: le beffe, il galeone pirata, il trenino di Edenlandia, il castello di Lord Sheidon, Jumbo, vecchia America, i Tronchi, il carosello, il maniero. Sarà necessario attendere il 2 agosto per la loro apertura.

Per quanto riguarda le attrazioni nuove, queste sono 13. Le attrazioni attive al momento sono: la torre a salita accelerata, la giostra delle rane salterine, il trenino lillipuziano, il mini otto volante, la ruota girevole, l’autoscontro, l’astronave ranger e la torre per i più piccoli. Con un investimento di otto milioni di euro, dal 26 luglio l’Edenlandia, il parco più grande del Sud Italia, ha già riscontrato un boom di incassi.

Al suo interno, è presente una vasta area dedicata al cibo. Oltre Old Wild West, anche Bakery&Love fa parte della food area, assieme a Casa Infante, Momenti Gommosi, Mocciosa (la pizzetta di Edenlandia), Magnà, Johnny Takeue (friggitoria artigianale), il bar Caffè Toraldo. Torna anche la mitica graffa di Edenlandia, simbolo del parco. All’apertura del parco, avvenuta il 26 luglio, era presente anche il sindaco Luigi de Magistris, dichiaratosi molto entusiasta non solo per i lavoratori reintegrati, ma anche per i bambini napoletani e non. L’apertura del parco è dalle 9 del mattino alle 22, nel weekend si chiude a mezzanotte. Il biglietto prevede il costo di 2 euro, ma ogni giostra (e questa è una novità, poiché con la vecchia gestione si comprava il bracciale) è a gettoni.

Commenta