Si è svolta martedì 28 Marzo, presso Palazzo Caracciolo, la conferenza stampa per la presentazione della manifestazione Fiera caccia, pesca, natura e spettacolo

Riapre il Centro Fieristico della Campania di Ariano Irpino: martedì 28 marzo l’annuncio ufficiale presso la Sala Grasso di Palazzo Caracciolo di Avellino. Dopo quasi due anni di chiusura riapriranno infatti i padiglioni del Centro per ospitare, dal 31 marzo al 2 aprile, la manifestazione “Fiera caccia, pesca, natura e spettacolo”, la più importante manifestazione di settore del Sud Italia dedicata agli appassionati dell’arte venatoria o semplicemente della vita all’aria aperta, inserita nel calendario italiano delle fiere Nazionali e Internazionali.

A presentare il programma Francesco Lo Conte, Presidente di Fiere ed Eventi, società organizzatrice dell’evento, che auspica, dopo la riapertura del Fiere della Campania:

Il coinvolgimento, nella gestione della struttura fieristica, di enti, istituzioni e associazioni di categoria, le quali si spera possano affiancare i privati nell’organizzazione di eventi e iniziative che andranno ad animare una realtà, quella del Fiere della Campania, che può fungere da volano per lo sviluppo del territorio delle aree interne, soprattutto in considerazione della sua felice posizione baricentrica che lo colloca al centro delle provincie di Avellino e Benevento. In tale prospettiva la Valle dell’Ufita torna ad assumere una funzione strategica nell’economia dell’area, anche in considerazione della prossima realizzazione di importanti collegamenti infrastrutturali che avvicineranno ulteriormente il Fiere della Campania al resto del territorio.

Non un semplice evento quindi, ma una vera e propria occasione di rilancio turistico ed economico per un’intera realtà territoriale: durante il suo periodo di attività, infatti, il Centro Fieristico ha rappresentato un mezzo per il rilancio dell’economia locale, diventando punto di attrazione per migliaia di visitatori che, in diversi eventi organizzati al suo interno, hanno affollato i padiglioni. L’area, che ne prossimo futuro, come sottolineato dello stesso Lo Conte, sarà raggiunta anche dall’alta velocità ferroviaria, diventerà punto nodale per il Sud Italia, anche grazie alla felice posizione geografica, al centro di diverse provincie. Il Presidente della Provincia di Avellino, nonché Sindaco di Ariano Irpino, Domenica Gambarcorta, ha sottolineato la necessità, soprattutto da parte di aziende operanti nel settore dell’agricoltura e dell’artigianato, di avere una vetrina di eccellenza che possa proiettarle nel futuro anche verso i mercati esteri

Soddisfazione anche da parte del Presidente della Comunità Montana dell’Ufita, ente proprietario del Centro Fieristico, Carmine Famiglietti.

Il programma dell’evento è davvero molto ricco: oltre alla possibilità di visitare la vastissima area espositiva, infatti, saranno presenti i più grandi brand del settore delle armi, abbigliamento e accessori della caccia. Ma non solo, ci sarà spazio anche per le famiglie, con attività didattiche e ricreative pensate per permettere a tutti i visitatori di vivere una giornata di relax all’aria aperta. In programma anche un’imperdibile mostra, “Gioielli a sei zampe”, dedicata agli insetti e curata dal Dott. Antonio Festa: grazie all’esibizione di una selezione degli insetti più rari e preziosi, si pone l’obiettivo di lasciare tutti a bocca aperta.

La Fiera sarà visitabile dal 31 marzo al 2 aprile, dalle 9.00 alle 20.00

Per info:

info@fiereventi.eu

 

 

 

Ilaria Limongiello nasce ad Avellino nel 1988, ma trascorre i primi anni della sua vita in Friuli-Venezia Giulia, nella città di Trieste. Tornata nella sua terra, l’Irpinia, intraprende la sua carriera scolastica, diplomandosi, con ottimi risultati. Attualmente sta per concludere il suo percorso universitario, presso la facoltà di Ingegneria Edile-Architettura dell’Università degli Studi di Salerno. Da tre è volontaria FAI (Fondo Ambiente Italiano) e con la sua Delegazione ha collaborato in prima persona alla realizzazione di svariati eventi.
La fotografia è la sua più grande passione, nata in giovane età e trasmessale dalla madre. E’ una passione che coltiva ormai da tempo, da autodidatta, partecipando a concorsi e sfruttando ogni occasione per indagare il mondo con il suo obiettivo. Ha avuto la possibilità di calcare grandi palchi della musica nazionale ed internazionale, come Umbria Jazz, il Pozzuoli Jazz Festival o il Festival dei Due Mondi di Spoleto, come fotografa di alcuni gruppi musicali campani.
Obiettivi per il futuro? Lavorare NELLA sua terra, PER la sua terra.

Commenta