Giffoni 2018, il battesimo di un sogno: apertura con il tenore Andrea Bocelli per la prima volta al Festival

Non un taglio del nastro, ma con un abbraccio: si è aperta così la 48esima edizione del Giffoni Film Festival. Emozionato il direttore di Giffoni ExperienceClaudio Gubitosi che, al photocall, ha dato il suo benvenuto ad Andrea Bocelli, ospite d’onore della giornata di apertura, arrivato alla Cittadella del Cinema con la moglie Veronica Berti e i figli Matteo e Virginia.

Questo sogno l’ho fatto tanti anni fa e dopo un’attesa di diciassette anni oggi si avvera. Mi riferisco alla Multimedia Valley, uno dei progetti europei più belli e più prestigiosi. È l’Europa che investe su Giffoni, dando così la possibilità a trecento giovani di non fuggire, ma di restare qui, lavorando e realizzandosi nella cultura, nell’arte, nello spettacolo.

Emozione, poi, nell’annunciare sul palco Bocelli, il protagonista scelto direttamente dai giovani giurati del Festival, testimonial d’eccezione, artista noto a livello planetario, impegnato da sempre in progetti umanitari di grande rilievo, capace di rendere universale la musica senza steccati e senza barriere:

Non potevamo iniziare meglio questa edizione – ha aggiunto il direttore Gubitosi – Qui a Giffoni le barriere si abbattono. Qui sono rappresentati 52 Paesi con la ricchezza e la bellezza di tutte le culture del mondo che entrano nelle case dei cittadini. Qui le famiglie non ospitano i ragazzi, ma li adottano. E’ una delle più belle migrazioni in assoluto che potessimo avere”. E ha continuato: “Apriamo questa edizione con la famiglia – ha concluso Claudio Gubitosi –  che è uno dei simboli e degli elementi di forza di Giffoni. Proprio stasera inaugureremo un villaggio a misura delle famiglie, un luogo in cui i laboratori li fanno insieme i genitori con i figli. Giffoni è uno stile di vita. Noi qui portiamo persone che hanno qualcosa da dire e qualcosa da insegnare. Qui abbiamo la meglio gioventù. Bisogna solo riuscire a capirli questi ragazzi, bisogna farli parlare, esprimere. Ed è quello che qui facciamo.

“Un onore per la comunità di Giffoni avere il maestro Bocelli”, il saluto di Antonio Giuliano, sindaco di Giffoni Valle Piana condiviso da Pietro Rinaldi, presidente di Giffoni Experience. “Un augurio – ha continuato il presidente Rinaldi – ai 5600 giurati presenti. È una grande emozione e un onore immenso avere qui il maestro Bocelli”.

Terre di Campania è un progetto in continua evoluzione che si occupa di promuovere il buono e il bello della regione Campania attraverso la conoscenza e la diffusione di bellezze paesaggistiche e artistiche, di bontà culinarie, della cultura, di news, di eventi e azioni mirate sul territorio.

Commenta