Premiato con una menzione d’onore durante il Premio “Bruno Miselli 2020”, Giuseppe Ottaiano continua il suo lavoro di valorizzazione del territorio campano.

Si è svolto venerdì 24 gennaio l’edizione 2020 del Premio “Bruno Miselli” rivolto a Giornalisti, scrittori, attori, musicisti, ma in particolare a uomini e donne che hanno dedicato la propria carriera e la propria vita alla valorizzazione del territorio.

“L’amore per la propria terra, l’amore per la letteratura, la poesia, l’arte, il rispetto del prossimo e soprattutto il saper essere umili”.

Sono questi i valori e gli insegnamenti che Bruno Miselli, a cui è intitolato il premio, ha lasciato in eredità alla figlia e poetessa piedimontese, Nina Miselli, presidente della Fondazione del Premio Letterario “Bruno Miselli”. Seguendo tali principi, durante l’evento sono stati premiate importanti figure di spicco nazionale ed internazionale della letteratura, del giornalismo, del cinema, del teatro, del sociale e dello sport, unite tutte da un unico filo conduttore, quello dell’amore per la cultura e per il territorio.

Tra le menzioni speciali è stato riconosciuto anche il lavoro di Giuseppe Ottaiano, fondatore e ideatore dell’associazione Terre di Campania e Art Director di Sema, Nati per comunicare, che con il suo lavoro da oltre dieci anni, si è dedito alla valorizzazione del buono e del bello della Regione Campania.

“Menzione D’onore a Giuseppe Ottaiano, appassionato del buono e del bello della nostra regione, da dieci anni, percorre in lungo e in largo i suoi territori nel tentativo di restituire le bellezze della Campania attraverso la fotografia e le parole.”

Con queste parole si è riconosciuto il lavoro di Ottaiano, che con passione e dedizione, ha dedicato la propria vita, e le proprie azioni a dare importanza e il giusto lavoro al territorio campano, alla sua cultura, alla sua bellezza naturalistica e alla sua storia, donandogli forza e una nuova luce sotto cui risplendere.

 Tra le ultime azioni di Giuseppe Ottaiano per il suo territorio la pubblicazione risalente al 2018, “Campania Bellezza del Creato”, immagini come appunti di viaggio che narrano l’affascinante patrimonio culturale e naturale della nostra terra; e la più recente pubblicazione “Terra d’Acque”, uno straordinario viaggio fotografico attraverso le numerose fonti d’acqua della nostra generosa terra.

Menzione d’onore più che meritata per un uomo, un amante della sua terra, che con il suo impegno fa da esempio a tutti.

 

Commenta