Il 22 marzo 2020 la presentazione virtuale dell’Installazione artistica “Gocce d’Acqua”, ideata nell’ambito del nuovo progetto editoriale “Terra d’Acque”, per la Collana “Campania Bellezza del Creato”. Visibile gratuitamente sul sito web www.campaniabellezzadelcreato.it.

Presentazione virtuale per il nuovo progetto artistico “Gocce d’Acqua” ideato da Giuseppe Ottaiano, membro fondatore dell’Associazione Culturale Terre di Campania, impegnata sin dalla sua fondazione nella realizzazione di progetti concreti di valorizzazione dei territori e delle eccellenze della nostra regione. Si tratta di un’installazione artistica voluta in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, in programma domenica 22 marzo 2020, e che, data l’attuale emergenza sanitaria nazionale, viene, per ora, presentata attraverso un’esposizione virtuale liberamente visitabile sul sito web www.campaniabellezzadelcreato.it.

Il progetto artistico nasce, infatti, in contemporanea alla nuova pubblicazione fotografica, di recente realizzata dall’autore, dal titolo “Terra d’Acque”, facente parte della Collana “Campania Bellezza del Creato” e prende vita grazie al potere del web in attesa di essere presentata al pubblico dal vivo. 180 gocce di legno, dipinte da 42 artisti e oltre 100 allievi di 7 istituti artistici campani che hanno contribuito a creare, tutti insieme la prima installazione artistica collettiva dedicata all’inestimabile patrimonio idrico della Campania. Il legame tra acqua e vita è da sempre raccontato dall’arte: molteplici tecniche, svariate forme, infiniti sensi, migliaia di colori differenti, ma un unico indissolubile nesso. L’acqua è una fonte d’ispirazione imprescindibile per l’arte perché è primordiale origine della vita e della fertilità, oltre che di scenari tumultuosi, suggestivi ed evocativi. La goccia d’acqua è la tela su cui i nostri artisti si sono espressi.

Per tutti loro la stessa forma, dalla quale si sono generati 180 differenti racconti. Differenti stili, colori e tecniche per raccontare l’elemento Acqua, un elemento tanto semplice quanto intriso di infinita potenzialità. Un’installazione artistica pensata, dunque per contribuire alla salvaguardia “ecologico – ambientale” del territorio campano inteso come valore sociale e per raccontare il ricchissimo patrimonio di acque e sorgenti purissime della nostra regione che da sempre sostengono il fabbisogno di milioni di utenti. Un’eredità che la Terra trasmette di generazione in generazione da sempre e che, in questo giorno particolare, Giuseppe Ottaiano e i membri dell’Associazione Terre di Campania vogliono ricordare e celebrare, invitando ad un utilizzo responsabile e sostenibile di questo prezioso ma non inesauribile dono. L’iniziativa gode del patrocinio di: Comune di Marigliano, Comune di Agerola, Ente Idrico Campano, GORI s.p.a., Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, Campus Principe di Napoli, Museo Archeologico Calatia, Fondazione Gerardino Romano, Fondazione Nazionale di Studi Tonioliani Campania, AMCI Nola, Movimento MaddaloniGreen.

 

L’AUTORE

Giuseppe Ottaiano

Un viaggiatore per immagini

L’idea di Giuseppe Ottaiano è quella di raccontare il bello e il buono della Campania, attraversando i territori meno noti della regione e battendo le strade meno frequentate.
Seguendo tale inclinazione, ha cominciato a percorrere quella che viene definita il cuore verde della Campania, l’Irpinia, scoprendo paesaggi e culture che nulla hanno da invidiare ad altre zone d’Italia. La suggestione di questi antichi luoghi ha condotto Giuseppe Ottaiano, viaggiatore per scelta e passione, ad ampliare la propria opera a tutta la regione Campania, realizzando un reportage fotografico che attualmente rappresenta un inestimabile patrimonio documentale di questa terra. Creativo da sempre, amministratore dell’agenzia di comunicazione Sema, Giuseppe Ottaiano, appassionato di disegno e fotografia, è impegnato nella realizzazione di progetti personali e istituzionali, sempre volti alla valorizzazione del territorio. In ambito fotografico ha realizzato le seguenti esposizioni itineranti: “Immagini come appunti di viaggio – Castelli e Fortificazioni in provincia di Avellino”; “Immagini come appunti di viaggio – Irpinia, terra di sorgenti”; “Immagini come appunti di viaggio – Irpinia, terra di gusto”. “Immagini come appunti di viaggio – Irpinia, terra di fede”. È autore o co-autore di numerose pubblicazioni dedicate al territorio campano. Ha fornito, inoltre, le immagini fotografiche utilizzate per la guida Itinerari-Irpinia – Touring Editore – Slow Food Editore. Ha ideato il percorso museale dedicato ai castelli e alle fortificazioni in provincia di Avellino, nella Torre Normanna di Casalbore. Ha ideato il Network Terre di Campania.
Ha partecipato, in qualità di docente-esperto relatore, a corsi di formazione sulla pubblicità, sul marketing territoriale e sull’ospitalità a convegni e incontri.

Commenta