La Giornata Internazionale della Guida Turistica: ecco le visite gratuite in Campania che sisvolgeranno nei giorni 21, 24 e 25 febbraio.

Fa il suo ritorno anche in Campania la Giornata Internazionale della Guida Turistica, costituita il 21 febbraio 1990 dalla World Federation of Tour Guide Associations.

L’iniziativa è sostenuta dall’ANGT, Associazione Nazionale Guide Turistiche e, in Campania, dall’Associazione Guide Turistiche Campania. La Giornata Internazionale della Guida Turistica, decantata in tutto il mondo, quest’anno si celebra il 21, 24 e 25 febbraio 2018.

Per accogliere al meglio l’occasione, in Campania sono state programmate 33 visite guidate gratuite conseguite in 29 itinerari. La novità di quest’anno è la collaborazione dell’associazione Guide Turistiche Campania con la Federazione Motociclistica Italiana – Comitato Regionale Campania. Per tale ragione sono predisposti anche tour in bicicletta alla scoperta delle bellezze campane. Le visite guidate saranno tutte gratuite con prenotazione indispensabile. Il biglietto d’ingresso dei luoghi d’arte dov’è previsto è a spese dei fruitori.

Mercoledì 21 febbraio a Napoli si potrà fare l’esperienza della Sinagoga e della sua storia, e si potranno scoprire e conoscere sia la mostra “Da De Nittis A Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo” a palazzo Zevallos Stigliano  che ancora la mostra “L’Esercito di terracotta e il primo Imperatore della Cina” nella Basilica dello Spirito Santo.

Sabato 24 febbraio si potrà essere protagonisti e partecipanti al dibattito “Sulle tracce dell’Apostolo Pietro a Napoli: leggenda o realtà?” alla Basilica di San Pietro ad Aram; prendere parte all’itinerario “Salita Due Porte all’Arenella Materdei”. Lecito un passaggio e una visita al Museo nazionale della Ceramica Duca di Martina; nuovamente “L’Esercito di terracotta” nella Basilica dello Spirito Santo. Appuntamento ancora con “Napoli on spot” con visita al museo Civico Gaetano Filangieri.

Ancora per sabato 24 febbraio incontro con “Chi l’ha detto che il mare non bagna Napoli?” alle 10.30 con quest’itinerario: piazza Municipio, piazza Bovio, corso Umberto, piazza San Domenico. Sarà possibile visitare la Basilica di S. Maria della Sanità ogni 30 minuti dalle 10.00 alle 11.30. Appuntamento inoltre al Cimitero delle fontanelle dalle 10.00 alle 15.00.

Nella giornata di domenica 25 febbraio sarà possibile percorrere l’itinerario A spasso per Spaccanapoli – visita guidata in russo o ucraino dalle 10.30 in piazza del Gesù Nuovo; appuntamento anche con la Cappella Sansevero dalle 11.00 alle 16.00.

Le visite guidate gratuite avranno luogo anche a Bacoli con Terra Phlegra tra miti e leggende: castello di Baia – museo archeologico sabato 24 febbraio a partire dalle 10.30, mentre a Cuma sarà possibile visitare gli scavi archeologici a partire dalle 10.30.

A Castellamare riscoprirete le antiche meraviglie di Villa San Marco e Stabia sempre domenica 25 febbraio a partire dalle 11.00, mentre ad Ercolano i più piccini potranno aderire all’evento “Che fatiche, Ercole!” con appuntamento agli scavi archeologici alle 10:30.

A Caserta sabato 24 e domenica 25 sarà possibile fare visita a Casertavecchia alle 10.30; mentre domenica 25 visita a Carinola, a Piedimonte Casolla, al centro storico di Aversa e a Mondragone al parco archeologico dell’Appia antica. Domenica 25 febbraio tappa gratuita anche ai Campi Flegrei con visita all’Anfiteatro Flavio e giro panoramico al Lago d’Averno. Infine a Nola il 25 febbraio imperdibile l’itinerario “Tra preistoria, archeologia e natura”.

A Salerno mercoledì 21 febbraio sarà frubile la Chiesa del S.S Crocifisso alle 10.00; domenica 25 febbraio itinerario a Salerno tra il Castello, la città e il Giardino di Minerva con appuntamento in piazzale del Castello di Arechi II alle 9.00. A Baronissi la Villa romana di Sava aprirà le sue porte dalle 10.00 e alle 12.00. A Paestum visita al parco e al museo sabato 24 e domenica 25 dalle 10.30.

Godersi queste belle giornate Campane di storia, arte, archeologia, tradizioni e cultura, è un obbligo.

Laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in Storia Moderna dal titolo RITRATTO O MODELLO DELLE GRANDEZZE, DELIZIE E MERAVIGLIE DELLA CITTA’ DI NAPOLI del marchese Giovan Battista Del Tufo(1588)’ (Relatrice la prof.ssa Marcella Campanelli). Laureato in Scienze Storiche, curriculum moderno e contemporaneo, con una tesi in storia moderna seguita dal prof. Giovanni Romeo, dal titolo ‘Le denunce di adescamento in confessione a Napoli tra Sei e Settecento’. Amante della musica, suono la chitarra, scrivo e musico canzoni. Con le mie parole e la mia cultura spero di dare voce all’anima candida di questa terra.

Commenta