Vantaggio degli stregoni con Coda che però subiscono il ritorno dei rossoneri e falliscono la chance di andare al primo posto. Match di prestigio questo weekend con la trasferta di Pescara.

Ad esultare alla fine è il Foggia. Non basta un ottimo avvio dei padroni di casa per agganciare la vetta della classifica con una giornata in meno rispetto al Verona capolista, mentre il prossimo weekend c’è la trasferta complicatissima di Pescara che precede il Benevento di un punto.

Inizio a trazione anteriore dei campani che al 7′ minuto sono già in vantaggio grazie al formidabile colpo di testa di Massimo Coda che supera Bizzarri, secondo centro stagionale in campionato per l’attaccante di Cava de’ Tirreni. Dopo venti minuti di buone trame dei padroni di casa arriva il pareggio su calcio di punizione al 24′: Kragl tira una punzione dai trenta metri che passa sopra la testa dei due in barriera e si insacca sul palo di Puggioni che battezza erroneamente la sfera fuori.

Appena iniziata la ripresa ancora una indecisione di Puggioni costa caro ai sanniti. Angolo degli ospiti e palla rimessa fuori, sulla respinta Galano ri-crossa al centro e l’ex Camporese sfrutta una mezza uscita del portiere per insaccare facilmente l’1 a 2 al 47′ minuto di gioco. Bucchi decide di giocare a specchio passando dal 4 3 3 al 3 5 2 per mettere in difficoltà gli uomini di Grassadonia. Nella mischia viene lanciato Antonio Nocerino che per poco non trova il pari e Asencio, i due però non riescono a dare la scossa desiderata al match che viene virtualmente chiuso in contropiede da Galano che al 60′ a tu per tu con Puggioni non può sbagliare. Ci prova il Benevento con Asencio ma è ancora il Foggia ad andare vicino al goal, così Bucchi si gioca la carta Roberto Insigne ma è l’asse MaggioCoda a rendersi pericoloso con una traversa che nega la doppietta al centravanti. Il Foggia si arrocca in difesa per gli ultimi assalti giallorossi e per poco non concede un rigore su Letizia che entra in area di rigore e viene steso. Rigore che parrebbe solare, non per l’arbitro, e che poteva rendere entusiasmanti gli ultimi 5′ di gioco.

Finisce 3 ad 1 per gli ospiti che si scrollano finalmente la penalizzazione di 8 punti guadagnando il primo punto stagionale, mentre il Benevento si gioca nella gara di Pescara il podio della classifica, primo vero grande test di maturità per gli uomini di Bucchi.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Un pensiero riguardo “Il Benevento spreca, il Foggia ringrazia: 1-3 in rimonta per i pugliesi

Commenta