Apre le marcature il redivivo Ounas e chiude il solito Insigne, il Napoli assicura con questi 18 punti il secondo posto prima della sosta. Per il Sassuolo espulso Rogerio all’ 87°.

Otto cambi rispetto alla gara col Liverpool. Un numero impressionante se si pensa ai soliti discorsi fatti a Sarri l’anno scorso, ed invece il turn over di Ancelotti dà i suoi frutti. In campo rimangono solo Ospina, Koulibaly e Raul Albiol con Malcuit ed Hysaj sulle fasce, una mediana composta da Diawara, Rog, Verdi e Zielinski con Mertens ed Ounas a completare il 4 4 2.
Il Sassuolo cerca di affrontare gli azzurri col solito palleggio guardiolistico ma non trovano mai nel primo tempo le misure per arginare il Napoli: al 3′ è già sotto per la rete di Adam Ounas, libero di svariare sul fronte offensivo riesce a sfruttare al meglio una grave indecisione di Locatelli che mandato in confusione dal pressing del centrocampo napoletano spedisce l’algerino verso la porta di Consigli che viene superato da una fucilata sotto la traversa. Dopo il goal la pressione dei padroni di casa non cessa, così si accumulano le occasioni, due per Zielinski ed una importante per Dries Mertens ma si rimane sull’1-0. Per la prima vera azione del Sassuolo bisogna aspettare il 35′ col tiro da fuori area di Djuricic bloccato da Ospina, ma il Napoli continua a fare la gara con Verdi ed Ounas particolarmente ispirati.

La ripresa cambia decisamente registro con gli ingressi di Bourabia e Berardi che affiancano Prince Boateng, e gli effetti si vedono quando Ospina è costretto alla prima vera parata, ancora su Djuricic. Il Napoli si rende ancora pericoloso con Ounas ed il suo sinistro a fil di palo su suggerimento di Malcuit che però finisce sul fondo. Arriva il momento dei cambi anche per Ancelotti: fuori Diawara (a rischio secondo giallo) e dentro Allan, fuori Ounas e dentro Insigne, che subito prova ad infiammare il San Paolo con un pallonetto che Consigli devia in calcio d’angolo.
Intorno al 70′ la svolta, Berardi impensierisce Ospina con un bel sinistro e l’intensità dei neroverdi aumenta, il Napoli però riesce a trovare il raddoppio nel miglior momento degli ospiti con una superba rete di Insigne (72′) che su una caparbia azione di Hysaj scaraventa un bel destro alle spalle di Consigli che anche questa non poteva prenderla. Sul finale Ospina salva il clean sheet su Babacar ancora con una parata di piede, mentre gli emiliani rimangono in dieci per l’espulsione di Rogerio.

 

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta