Leguminosa: biodiversità, identità locale e agricoltura sostenibile.

Fagiolo borlotto o cannellino? Fava lunga o pisello selvatico?

Scegliete il vostro legume preferito perché dal 4 al 6 marzo potrete festeggiarlo insieme a Slow Food partecipando all’evento “Leguminosa” che si terrà a Napoli, piazza Dante.

Organizzato da Slow Food Campania, Leguminosa è l’unico evento italiano inserito dalla Fao nel calendario ufficiale dell’Anno Internazionale dei Legumi proclamato dall’ONU per il 2016. Una manifestazione dedita alla riscoperta di prodotti locali e genuini come i legumi, ottimi sostituti della carne, alla convivialità e a percorsi educativo-ambientale volti al consumo consapevole. Leguminosa sarà un tre giorni di musica, workshop e degustazioni dove grandi e piccoli, a cui sono dedicati percorsi didattici appositi, potranno assaggiare prodotti tipici del nostro territori quali olio extravergine d’oliva, piatti a base di legumi, birre artigianali e vini. Saranno presenti numerose aziende agricole del territorio, associazioni come Libera e ovviamente gli chef di Slow Food. L’obiettivo è di riavvicinare il consumatore al territorio in modo da renderlo consapevole e costantemente attento ai prodotti utilizzati. L’auspicio è attivare le amministrazioni locali affinché appoggino tale atteggiamento positivo e avallino lo  sviluppo di reti di produttori e consumatori sempre più ampie.

Buone giornate dei legumi a tutti!

Laureanda in Scienze Internazionali e Diplomatiche e studente fuori sede, collabora con Terre di Campania per lo smodato amore nei confronti della scrittura e la nostalgia della sua terra. Le sue influenze sono l’incomunicabilità di genere, l’insofferenza della sua generazione e la ricerca ostinata di una direzione differente. Lettrice onnivora da sempre ama la politica, il cinema e la storia.

Commenta