Il Napoli sul velluto schianta 3-0 il Liverpool fresco vincitore dell’ultima Champions League con le reti di un ispirato Insigne, Milik e Younes.

E’ (quasi) calcio d’agosto, ma il Napoli che batte 3-0 i campioni d’Europa con così tanta facilità non è qualcosa da poco. Certo, ai Reds mancavano giocatori del calibro di Salah, Manè e Allison ma il test è comunque indicativo per Ancelotti per capire quanto siano ben oliati gli ingranaggi del suo Napoli.

Prove di undici titolare per gli azzurri che rinunciano solo ad Allan, Koulibaly e Ghoulam. Titolari Di Lorenzo a destra e Manolas al centro della difesa insieme a Maksimovic in un 4-4-2 ormai rodato ed ultra offensivo, con Milik-Mertens attaccanti ed un centrocampo molto offensivo composto da Insigne, Zielinski, Callejon e Verdi.

Il Napoli confeziona la vittoria già nel primo tempo con le reti al 17′ di Insigne, col suo classico tiro a giro dal vertice sinistro dell’area di rigore, ed al 28′ con Milik che trova un bel goal in spaccata su assist del solito Insigne che supera Mignolet. Tanto turn over nel secondo tempo ed il Napoli chiude la partita con Younes, subentrato a Mertens, che sfrutta con una zampata una palla vagante in area di rigore del Liverpool dopo una parata centrale di Mignolet su conclusione del solito Insigne.

I padroni di casa provano a ridurre il parziale ma Meret si fa sempre trovare pronto a chiudere la porta, regalando al Napoli una vittoria di prestigio contro una delle squadre più forti del continente. Passino le tante assenze del Liverpool ed una forma non eccelsa (gli inglesi però iniziano prima il campionato) ma questo Napoli fa ben sperare, e chissà che con qualche sforzo dal mercato le cose non possano farsi ancora più interessanti.

Commenta