Perfetta parità tra Napoli e Milan nel match della 21′ giornata di Serie A in un match equilibrato smosso dalle espulsioni di Ancelotti e Fabiàn. Esordio di Piatek nel Milan.

Partita ricca di significato per Napoli e Milan ma soprattutto per Carlo Ancelotti, il mister emiliano ritornato a Milano per la prima volta da avversario dopo le mirabolanti vittorie alla guida del Milan di diciotto anni fa. L’accoglienza è di quelle da brivido, gran calore proveniente dai tifosi e da alcune leggende che hanno caratterizzato la sua gestione rossonera. Peccato per l’espulsione rimediata nel finale di gara per le proteste in seguito all’espulsione (rivedibile) di Fabiàn.

Superati i sentimentalismi le due squadre scendono in campo per giocarsi la partita ed imprimere una svolta alla corsa alla Champions League: Gattuso schiera il solito Milan confermando Cutrone centravanti lasciando inizialmente Piatek in panca. Per il polacco arrivato al posto di Higuain qualche minuto sul finale di gara, mentre Paquetà trova la sua prima presenza a San Siro. Il Napoli scende in campo con il tridente al completo Mertens – Milik – Insigne più Callejon formato centrocampista e l’unica novità in porta dove Meret lascia il posto ad Ospina.


Lontani i tempi del 3-2 dell’andata con le due squadre che si affrontano a viso aperto ma a risaltare sono soprattutto i due portieri. Tanti i sottotesti della sfida tra cui la sfida tra il maestro Ancelotti e l’allievo Gattuso, con l’inizio di gara dettato dall’aggressività degli azzurri che dopo sei minuti confezionano sull’asse Insigne – Callejon l’azione più pericolosa della prima frazione: destro al volo che trova l’opposizione di Donnarumma. La risposta dei diavoli è targata Suso e Cutrone ma la precisione latita, così le due squadre cercano la soluzione da fuori area con Insigne, Suso, Calhanoglu, Zielinski e Callejon ma l’esito non cambia.

Nella ripresa i ritmi aumentano ulteriormente ed è bravo Malcuit a salvare una rete certa di un liberissimo Kessiè nel cuore dell’area partenopea. Ci provano i polacchi del Napoli ad impensierire Donnarumma ma il portiere stabiese è ancora una volta attento, così Gattuso fa esordire il proprio polacco Piatek che pochi minuti dopo l’ingresso è pericoloso in volata verso la porta di Ospina che lo ferma con l’aiuto di Koulibaly. Il portiere della nazionale colombiana è bravo anche sulla girata di Musacchio, mentre dall’altro lato Zielinski ci prova per ben tre volte in pochi minuti ma Donnarumma ed un po’ di sfortuna lo fermano.

Al 93′ Fabiàn viene espulso per un fallo di mano che gli costa il secondo giallo, ammonizione che con l’ausilio del VAR poteva essere evitata. Un pari che non fa male a nessuno e serve ai rossoneri a consolidare il quarto posto a 35 punti, con lo spettro di Roma, Atalanta, Sampdoria e Lazio nel giro di tre punti. Il Napoli perde ulteriore terreno dalla Juventus che battendo la Lazio sale a +11, ma guadagna un punto sull’Inter uscita sconfitta dal match col Torino.

Commenta