Oplontis, il fascino e la bellezza: la mostra apre oggi a Torre Annunziata e presenta una novità multimediale per accedere alle informazioni sui reperti!

TORRE ANNUNZIATA – Apre oggi, a Palazzo Criscuolo, la mostra sui reperti archeologici di Oplontis. I reperti esposti sono sculture e reperti di ville romane. Punto di forza e innovazione principale della mostra è la multimedialità dell’apprendimento: fra le teche che custodiscono i reperti, infatti, saranno presenti dei QR codee scansionandoli con gli smartphone ogni visitatore potrà accedere alle informazioni relative a ogni singolo reperto, audioguida inclusa. Proprio per favorire questo servizio assai utile, in tutta l’area espositiva è stata resa disponibile una rete wi-fi per connettere a internet i dispositivi con i quali si può procedere a scansionare i QR code dei reperti. Collegandosi al sito Oroplontis.it, sito ufficiale della mostra Oplontis – Il fascino e la bellezza, sarà possibile visitare virtualmente le sale allestite, con tanto di panoramica sui reperti. I ragazzi del Liceo artistico De Chirico hanno curato la campagna promozionale dell’inaugurazione e della mostra: loro l’idea del pavone con la scritta “Segui l’oro”, che indica il percorso che porta al Comune. La mostra rimarrà aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.30. Il biglietto di ingresso costa 3 euro per gli adulti, e 1 euro per i minori di 18 anni. Palazzo Criscuolo si trova in Corso Vittorio Emanuele III, 239, a Torre Annunziata (Na).

In conclusione, ecco come il Soprintendente di Pompei ha presentato la mostra:

Il piano di gestione del sito UNESCO “Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata” prevede un’attività di comunicazione, indirizzata alle comunità locali, per la comprensione dei valori universali dei siti e la loro conservazione; poiché la “conoscenza approfondita del bene e condivisa da tutte le parti interessate” è ritenuta fondamentale dalle Linee Guida della Convenzione sulla protezione del Patrimonio Mondiale. L’esposizione che oggi si inaugura è rivolta alle scuole e alla cittadinanza di Torre Annunziata, nonché al grande pubblico e agli studiosi di archeologia, per diffondere e condividere con la comunità locale la conoscenza del proprio patrimonio culturale, rafforzare il senso di appartenenza, promuovere e far crescere la consapevolezza di fare parte di un sistema culturale esteso nell’area vesuviana.

prof. Massimo Osanna, Direttore Soprintendenza Pompei

Commenta