Inizio shock dei partenopei ma reazione da grande squadra, adesso per Juve e Napoli torna l’Europa

Ci mette tre minuti Napoli – Lazio a far capire agli spettatori che non sarà una partita monotona. Alla prima azione in contropiede dei laziali Immobile trova la spizzata di De Vrij lasciato colpevolmente solo al centro dell’area di rigore dalla difesa del Napoli, rimaneggiata per l’assenza di Albiol e Chiriches con Luca Tonelli ad affiancare Koulibaly e agli esterni Hysaj e Mario Rui.

Pronti via ed il Napoli si trova già a rincorrere una buona Lazio che sa come chiudersi e soprattutto ripartire, il primo squillo arriva al 22′ con Insigne che conclude col solito tiro a giro su assist di Hamsik con tiro fuori di pochissimo, in generale Insigne si dimostra il più attivo dei suoi e sfiora il goal con un paio di tiri da fuori area, mentre Mertens lamenta una spallata plateale di Wallace in area di rigore. La svolta al 44′ quando Callejon viene servito da Jorginho alle spalle della difesa laziale ed infila Strakosha per il goal del pari. Poco dopo il goal arriva anche l’espulsione per Sarri per aver chiesto il secondo giallo per Milinkovic Savic per una manata allo spagnolo.

Nella ripresa il Napoli dilaga: Fuori Hamsik dentro Zielinski, al 5′ Insigne sfiora il vantaggio con l’ennesimo tiro dal limite che esce di un nulla, è solo il preludio al goal che arriva al 9′ minuto con un cross di Callejon deviato in rete da Wallace in scivolata mentre tenta l’anticipo su Mertens. Il 3 a 1 arriva due minuti dopo su un tiro innocuo di Mario Rui da fuori area che trova la deviazione di Zielinski decisiva. Al 28′ la chiude Mertens con un tocco dolcissimo su imbucata dell’incontenibile Zielinski. Il Napoli controsorpassa la Juve vincitrice a Firenze per 2 a 0 e si appresta ad affrontare gli impegni europei.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta