Milik e Ruiz stendono il Sassuolo mandando il Napoli ai quarti di finale dove affronterà il Milan a fine gennaio, in data da definirsi.

Un Napoli sintetico ed efficace batte un buon Sassuolo, arrivato al San Paolo senza timore reverenziale nei confronti degli azzurri e che probabilmente meritava qualcosa di più. Partita aperta tra le due compagini con De Zerbi che manda in campo l’undici titolare mentre Carlo Ancelotti opta per il turn over, schierando un 4231 con Maksimovic centrale al posto di Albiol in coppia con Koulibaly tornato dalla squalifica, Hysaj al posto di Ghoulam sulle destra, Ruiz e Diawara a centrocampo con Milik punta e Callejon – Ounas – Insigne ad agire dietro di lui. In panchina Allan su cui si rincorrono le voci di mercato, col Napoli preso tra PSG e Barella per il futuro.

Le due squadre danno spettacolo e la gara non ha un vero padrone, con occasioni che si susseguono da entrambi i lati. Ospina blocca una conclusione a Berardi, Pegolo ferma Callejon, ma al 15′ è evidente l’errore dell’estremo difensore neroverde sul cross di Insigne ottimamente servito da Ounas con un triangolo, palla in mezzo per Milik che viene anticipato da Pegolo che però la smorza sul corpo del polacco che segna l’1-0. Il Sassuolo non perde coraggio ed alza il baricentro, risultando pericoloso soprattutto con l’ex milanista Locatelli, che prima impegna Ospina poi lo batte, ma il VAR annulla per un fallo di mano ad inizio azione.

Nella ripresa il Sassuolo ci crede e continua a fare densità nella trequarti partenopea, lasciando qualche spazio di troppo al Napoli in ripartenza. Le occasioni non sono però sfruttate a dovere, dato che prima del raddoppio azzurro la conclusione più pericolosa è un tiro dalla lunga distanza di Sensi che impegna Ospina, al 27′. Due minuti dopo la conclusione di Sensi arriva la rete di Fabian Ruiz, sempre più decisivo, che sfrutta un assist di Insigne per Milik arrivato sul pallone grazie ad un buco clamoroso di Magnani, palla per l’accorrente Fabian che con un sinistro letale chiude la pratica.

In realtà il Sassuolo rimane in partita e sul finale di gara rischia di accorciare clamorosamente le distanze ancora con Locatelli, che arriva in spaccata su un cross basso di Pol Lirola alle spalle dei centrali del Napoli ma Ospina è attento. Serata davvero sfortunata per l’ex milanista che avrebbe voluto affrontare la sua vecchia squadra nei quarti di finale, sfida che sarà giocata dal Napoli verosimilmente a San Siro per questioni di regolamento. Milan-Napoli si giocherà probabilmente tra il 29 ed il 31 gennaio, quasi certamente martedì 29 ma si aspetta il comunicato della Lega Calcio per l’ufficialità.

Commenta