Basta il brasiliano per chiudere la pratica Spal e controsorpassare la Juventus. Nel secondo tempo il VAR annulla una rete ad Hamsik.

Partita sufficiente del Napoli che si accontenta di una rete di Allan per battere la Spal al San Paolo. Sarri conferma la formazione titolare e ritrova Albiol dal 1′ minuto. Le fatiche di Coppa hanno influito sulla condizione degli azzurri che si limitano ad amministrare il vantaggio nella ripresa.

Memori degli inizi shock con Bologna e Lazio, gli uomini di Sarri partono forte e trovano già al 4′ un palo con Lorenzo Insigne e due minuti più tardi il vantaggio firmato Allan, di gran lunga il più in forma del Napoli da almeno un paio di mesi, che conclude l’incursione dopo un doppio triangolo con Mertens e Callejon spiazzando Meret. Il monologo napoletano non finisce qui e ci provano anche Koulibaly e Mario Rui dalla distanza, sugli scudi anche il portierino della Spal Meret, che salva su Callejon al 9′ e Hamsik allo scadere della prima frazione. Gli ospiti impegnano Reina solo con una conclusione di Federico Viviani che però tira centralmente.

Al ritorno dagli spogliatoi cala la concentrazione delle due squadre, col Napoli che decide di abbassare i ritmi di gioco e controllare la Spal che raramente cerca la reazione. Ci prova Mertens al 14′ da posizione defilata, mentre al 18′ il Napoli la chiude con Hamsik ma la VAR comunica la posizione di off side del capitano azzurro e cancella il raddoppio. Mertens ci riprova su punizione e per poco non trova il raddoppio, poca fortuna anche per Insigne che dopo una serpentina conclude di poco a lato. Semplici cerca di appesantire il reparto offensivo mettendo Floccari e Paloschi ma il risultato è impalpabile.

A fine gara il Napoli ottiene tre punti d’oro che la riportano in vetta alla classifica, mentre la Spal salva almeno la faccia uscendo sconfitta di misura in casa della capolista, limitando i danni grazie alle sconfitte del Crotone a Benevento, e del Verona a Roma contro la Lazio nel posticipo.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta