Subito Palacio spaventa gli azzurri ma un autogoal di M’baye e la doppietta di Mertens rimettono il Napoli davanti la Juve. Dal mercato però non arriva nè Politano nè Younes.

Un buon Napoli batte il Bologna nella sfida del San Paolo contro un Bologna storicamente motivato contro i partenopei. Il però Napoli inizia come peggio non potrebbe: svantaggio al 1′ con Palacio, che approfitta del liscio di Koulibaly in area di rigore e devia di testa il pallone dell’1-0, clamoroso lo svarione del centrale che risente dell’assenza di Raul Albiol, vittima del turn over di Sarri. Il Napoli è bravo a trovare subito il pareggio con un autogoal fortuito di Ibrahima M’baye al 5′ che devi in rete il cross deviato a sua volta di Mario Rui sui piedi di Rodrigo Palacio, la strana traiettoria supera Mirante sul primo palo e finisce sui piedi del terzino che svirgola la palla nella propria rete. Il primo tempo però riserva ancora molte occasioni da una parte e dall’altra: Insigne è bravo a ripartire in contropiede e ad accentrarsi sulla trequarti felsinea, prova la sua solita conclusione angolata che però finisce sul fondo. La reazione bolognese arriva prima con una doppia occasione Palacio – Dzemaili, che dopo una bellissima discesa sulla fascia sinistra di Di Francesco provano a battere Reina, ma il primo tiro viene murato da Koulibaly (con una mano, è calcio di rigore non assegnato dal VAR) e sulla ribattuta di Dzemaili c’è la chiusura di Mario Rui. Poco dopo Chiriches non riesce a contenere Palacio che gli scippa la palla e si invola contro Reina che però è bravo a distendersi e a togliere la sfera dalla disponibilità dell’argentino.
La svolta. Al 37′ Callejon passa con un tunnel su Masina ed entra in area di rigore, Masina gli si appoggia sulla spalla e lo tira giù e per l’arbitro è calcio di rigore, tra le numerose proteste del Bologna. Ad incaricarsi della battuta è Dries Mertens con una rinnovata fiducia dopo il goal di Bergamo, tornando sul dischetto dopo che nelle ultime settimane il tiratore era stato Jorginho. Il tiro si insacca alla destra di Mirante che indovina l’angolo ma non ci arriva. Il primo tempo si conclude con il vantaggio dei padroni di casa, che tornano in campo col piglio giusto ed al 59′ Mertens la chiude: scambio a centrocampo con Insigne, entra in area di rigore all’altezza del vertice di destra e conclude con un delizioso tiro a giro, Mirante non può nulla e per il Napoli è 3 a 1. Dopo il goal il Napoli si adagia e lascia spazio alla reazione del Bologna che arriva soprattutto attraverso tiri dalla distanza di Pulgar e Dzemaili che non impensieriscono Reina. L’azione più importante per gli ospiti arriva su punizione di Dzemaili, che crossa in area la palla che arriva a Masina dopo una deviazione della difesa, il terzino trova la conclusione e la ribattuta corta di Reina che per poco non trova il tap in di Di Maio, bravo Chiriches a chiudere nell’occasione.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta