Dopo il caffè e la pizza, anche il panino diventa “sospeso” all’Hadel Pask, il primo pub che propone piatti “social”

Aprirà il 3 maggio a Napoli (precisamente in Piazza dell’Immacolata, 17 – zona Vomero), ore 19:00, un nuovo pub, “Hadel Pask“, un luogo ove si concertano innovazione, gusto e solidarietà. Qui nasce l’iniziativa del “panino sospeso“: la mancia lasciata al personale di sala servirà a garantire un pasto appetitoso a chi purtroppo non può permetterselo.

Hadel Pask è una gustosa avventura culinaria by “La Parmense”!  È una nuova storia di bontà che vien fuori dall’idea di coniugare i sapori tradizionali del pub con le originali proposte della cucina contemporanea. Un’innovativa esperienza culinaria riassunta in piatti semplici, composti da carni scelte accuratamente, salumi di qualità, ingredienti freschi: tutti elementi sapientemente e fantasiosamente combinati dallo chef resident della struttura.

Riprendendo il concetto “social” che anima questo progetto, i taglieri presenti nel menù hanno preso in prestito i nomi da hashtag famosissimi (#foodporn, #foodgasm, #healthy, #tasty), mentre i panini ereditano i loro nomi da quelli dei social (Facebook, Twitter, Instagram, Snapchat, etc.). Tutti i panini gourmet presenti nel menù sono disponibili anche in formato mini per un gustoso aperitivo.

Ma i veri punti forza del menù sono:

La Rubia Gallega (alla griglia): una carne che prende il suo nome dal colore dell’animale, il Bue Galiziano, allevato nella regione a Nord-Ovest della Spagna, ovvero la Galizia. La vicinanza dei pascoli all’Oceano Atlantico conferisce a questa  carne una leggera e piacevole salinità, un gusto ed una consistenza inimitabili. Il suo sentore speziato e la maturazione “Dry aged” (lunga  minimo di 40 giorni) ne esaltano il sapore.

Il pane: frutto degli impasti sapientemente “progettati” dallo storico panificio Rescigno.

In occasione dell’inaugurazione si proverà a realizzare il tagliere più lungo d’Italia: un evento degno da Guinness World Records!

L’appuntamento è in Piazza dell’Immacolata a partire dalle ore 19:oo.

Giovane dall’età indefinita, da oltre 10 anni nel mondo della comunicazione. Una Laurea, un Master, giornalista, scrittore, esperto di eno-gastronomia e della Campania, allenatore di Karate. E’ il creatore e direttore del Museo dei Castelli di Casalbore (AV), attività che gli ha valso il soprannome di “Signore dei Castelli”. Vincitore di vari premi nel mondo della pubblicità e della cultura. Testa proiettata nel futuro e piedi saldamente ancorati alla propria terra, il suo motto è “Si può fare!”.

Commenta