Casalnuovo di Napoli, 30 aprile 2020, il Premio Letterario Una Città Che Scrive lancia la nuova sezione speciale “Il nostro Covid-19”.
 
Giunto alla sua quinta stagione, il Premio Letterario Una Città Che Scrive, che ha avuto il privilegio di ospitare lo scorso anno il manoscritto autografo de L’Infinito di Giacomo Leopardi, di proprietà del Comune di VISSO, decide di riservare una speciale sezione alla emergenza legata al corona virus.
Si potrà partecipare da tutta Italia, inviando piccole storie e racconti ispirati al tema “emergenza covid-19”.
 
 
La mail a cui inviare i testi (storie e racconti in word, max 10 pagine, entro e non oltre il 3 giugno 2020) è la seguente:
 
“Vogliamo chiedere a chiunque, anche ai ragazzi, di scrivere racconti sulla propria quarantena. Una opportunità unica per provare a ricostruire la quotidianità perduta, partendo dalle testimonianza di ognuno di noi sulla nostra vita in casa”, queste le parole di Giovanni Nappi, fondatore del Premio Letterario Una Città Che Scrive.
 
Ad ogni edizione è stata sempre associata un’antologia in questi anni e sarà così anche questa volta.
 
“Raccoglieremo le storie più belle e le pubblicheremo in una delle nostre antologie”, così conclude Nappi.
 
“Il nostro Covid-19” sarà il titolo della raccolta dei racconti scelti dalla redazione del concorso e l’immagine di copertina dell’antologia, ancora una volta, sarà disegnata dal fumettista di Tex, Alessandro Nespolino.
 
Saranno premiate 10 storie con il premio ” in pubblicazione”. Le storie, editate sull’antologia 2020, saranno annunciate nel corso di una conferenza trasmessa in streaming sulla rete e sui social in data da definire.
 
Alla storia più bella per la redazione, scelta tra le 10 pubblicate, sarà attribuito anche un premio “in denaro” pari ad € 300.00. 

Commenta