Il 18 marzo 2016 il Museo dei Castelli,  con sede presso la Torre Normanna di Casalbore (AV) riapre le sue porte al pubblico.

Dopo la brevissima pausa invernale riapre il Museo dei Castelli, unico percorso didattico-espositivo dedicato ai castelli e alle fortificazioni della provincia di Avellino, ospitato presso l’area castellare di Casalbore (AV). A partire dal 18 marzo, la Torre Normanna di Casalbore, il borgo antico con la sua corte e i locali divenuti sede della mostra fotografica permanente di Giuseppe Ottaiano “Immagini come appunti di viaggio”, accoglieranno i numerosi visitatori previsti per la stagione turistica 2016. Il Museo dei Castelli, progetto realizzato dall’Associazione Culturale Terre di Campania in collaborazione con il Comune di Casalbore, può vantare oltre 12.000 presenze di cui circa 3.500 rappresentate da alunni degli istituti scolastici della Campania. Anche quest’anno studenti di ogni età, gruppi organizzati di visitatori e singoli viaggiatori ed escursionisti sono attesi a Casalbore, un luogo da vivere all’insegna della scoperta della storia e del gusto tipico locale.

Il Museo dei Castelli, considerato ormai come la porta di ingresso all’Irpinia, offre, in un’unica location, la possibilità di compiere un viaggio attraverso l’intero patrimonio di siti di incastellamento diffusi sul territorio irpino. I visitatori potranno scoprire, grazie al percorso didattico-espositivo, la storia dei vari siti di incastellamento della provincia di Avellino, le curiosità sui territori dei comuni ove essi insistono, assieme alle leggende, agli aneddoti e alle storie dei personaggi che vi hanno abitato. Il percorso didattico, attraverso immagini e didascalie, presenta, inoltre, vari argomenti legati al mondo dei castelli e in generale del Medioevo, dall’architettura ai vari aspetti della vita quotidiana del tempo. La visita comprende inoltre la partecipazione ai giochi didattici organizzati all’interno dell’area Laboratorio per imparare divertendosi.

Infine, attraverso speciali degustazioni guidate di prodotti tipici locali, il Museo dei Castelli consente ai visitatori di conoscere le peculiarità eno-gastronomiche del territorio di Casalbore. A completare l’offerta vi è la possibilità di pranzare con i piatti della tradizione presso gli agriturismi convenzionati, visitare le aziende agricole di locali e acquistare i loro prodotti a Km0. Il tutto compone un’offerta turistica ampia e completa, grazie alla quale il Comune di Casalbore promuove il suo territorio e quello dell’intera Irpinia, diffondendo la conoscenza dell’immenso patrimonio storico, artistico, naturalistico, di sapori e tradizioni che questa terra ha da offrire. Il Museo dei Castelli si pone oggi, infatti, come principale attrattore turistico dell’area, configurandosi quale efficace strumento per favorire la movimentazione di flussi di visitatori verso la provincia di Avellino. Per informazioni e orari di apertura è possibile consultare il sito web ufficiale.

 

Maddalena Venuso, nasce a Napoli e, sebbene viva a Marigliano, l’impronta della città natale le resta appiccicata come un francobollo. Poliedrica, fantasiosa, ricca di sfumature. Liceo Classico, Lettere Antiche, esperienza come Archeologa a Napoli e Pompei fino al 1994. Docente presso il MIUR dal 1994, insegna Italiano e Latino al Liceo Scientifico. Traduce la passione per l’archeologia in passione per il territorio, raccontando il gusto e le bellezze delle Terre di Campania e d’Italia. Giornalista indipendente, ha collaborato, fra gli altri, con ItaliaPiù, Italia a Tavola, l’Espresso Napoletano, Oliovinopeperoncino. Mantiene sempre viva la curiosità per il nuovo, accogliendo con piacere ogni opportunità che ritenga valga la pena sperimentare.

Commenta