Le bellezze campane premiate nelle categorie “fiumi e laghi” e “in difesa del suolo”.

Obiettivo Terra è un concorso fotografico organizzato da Fondazione Univerde e dalla Società Geografica Italiana Onlus in occasione della Giornata Mondiale della Terra, celebrata il 22 aprile. Il contest arrivato quest’anno alla ottava edizione è nato per valorizzare il patrimonio ambientale, il paesaggio e le peculiarità enogastronomiche, storico-culturali e sociali dei Parchi Nazionali e Regionali d’Italia.

A mettere in mostra le bellezze campane sono state le due foto “La Cascata dei Capelli di Venere” a Casaletto Spartano nel Parco Nazionale del Cilento di Fabrizio Scognamiglio, che si è aggiudicato la vittoria nella sezione “fiumi e laghi” meritandosi una menzione, e Giusy Ferzola, autrice di uno scatto che ritrae i Terrazzamenti sui Monti Lattari, a Minori, che le è valsa la vittoria nella categoria “Difesa del suolo” , premio assegnato alla foto che rappresentano elementi naturali o di ingegneria naturalistica volti a contrastare i fenomeni di dissesto idrogeologico.

La giuria ha valutato più di 1300 foto da tutta Italia (ogni partecipante può inviare una sola foto), con oltre la metà dei partecipanti under 35 equidivisi tra uomini e donne (rapporto di 60/40). E’ una donna la vincitrice di quest’anno per la prima volta nella storia del concorso, la fotografa Tania De Pascalis che ha immortalato una una pattinata sul lago ghiacciato di Braies nella provincia autonoma di Bolzano, scatto che le ha fatto vincere premio da 1000€ ed una targa.

 

 

 
 
 
 

Commenta