Terminata la terza edizione della manifestazione dedicata alla patata tenutasi a San Vitaliano il 9 Luglio 2016 con un notevole numero di presenti.

Sabato 9 Luglio si è svolta in Piazza Leonardo da Vinci, San Vitaliano, la terza edizione della festa dedicata all’oro giallo dell’Agro-Nolano: la patata. La manifestazione, patrocinata dal comune di San Vitaliano e da Confcommercio Napoli, organizzata dall’associazione Populorum Progressio Onlus in collaborazione con la Pro Loco de La Città di San Vitaliano, il progetto La Fontana del villaggio, l’associazione Terre di Campania e con la partnership della ditta Spiezia Giuseppina, ha raccolto consensi e visitatori provenienti da tutto il territorio circostante.

Il ricco e apprezzato menù ha estasiato i presenti con pietanze a base di patate preparate dai volontari delle varie associazioni secondo le ricette dell’antica tradizione contadina. I piatti, rivisitazioni della cucina tipica e casareccia campana, come Pasta e patate in bianco, le patate novelle, il Gatto’ di patate al forno, la parmigiana di patate e la buonissima “Sguarrata di patate”, hanno guidato gli avventori attraverso la riscoperta di un prodotto umile ma d’eccellenza come la patata. Mentre le fritture come la frittata di patate e cipolle, panzerotti e le classiche patate fritte e la deliziosa “Torta Contadina”, hanno deliziato il palato dei più golosi. L’intero ricavato, raccolto durante la festa, verrà devoluto in favore del progetto internazionale “Intervene Now” per il restauro e la conservazione del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, seguendo la volontà dell’associazione Populorum Progressio Onlus che da anni si occupa di opere di beneficenza, restauro e solidarietà.

L’evento, inoltre, con l’intento di esaltare la prelibatezza e il sapore antico della patata, oltre che la sua storia e le sue proprietà organolettiche, ha visto la presenza del laboratorio del gusto organizzato, dall’associazione Terre di Campania, inserito nell’ambito del progetto “Alla corte del gusto” manifestazione eno-gastronomica e culturale che con diversi interventi nell’Agro-Nolano sta preparando il terreno per l’evento finale che si terrà nella prima settimana di dicembre. L’incontro, ha visto la partecipazione di un folto numero di interessati che, oltre ad assaggiare i piatti preparati per l’occasione, hanno avuto modo di scoprire le proprietà, la storia e le curiosità del tubero giallo, alimento tradizionale di ogni tavola italiana, attraverso la guida di Giuseppe Ottaiano, esperto del territorio che da oltre dieci anni gira in lungo e in largo la nostra regione al fine di archiviare quante più informazioni possibili sulle tradizioni, i luoghi e i sapori della Campania.

Notevole interesse hanno destato la mostra fotografica dedicata ai luoghi di Auschwitz-Birkenau, a cura dell’associazione Populorum Progessio Onlus , e i balli e la musica di Dj çico che, insieme alla bontà della patata in tutte le sue forme, hanno garantito una serata di grande divertimento all’insegna della riscoperta delle antiche tradizioni e dei valori contadini di un tempo.
Un notevole successo per questa terza edizione che proietta la sagra verso le future edizioni con uno spirito positivo e nuovo e con la certezza che condividere l’impegno di diverse realtà per un unico obiettivo garantisce l’ottima riuscita di ogni iniziativa.

Sergio Mario Ottaiano, classe ’93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo “Un’Ucronìa” Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo “Che lingua parla il comics?” il 23/1/17.

Commenta