Riapertura del parco napoletano Edenlandia: non senza complicazioni, il ritorno sembra, stavolta, definitivo.

Sembra che l’anno nuovo porti buone novelle per i bambini (e non solo). Per il 20 aprile 2016 è stata infatti annunciata, dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l’inaugurazione dello storico parco Edenlandia, nel quartiere di Fuorigrotta.

Con un investimento di ben 4 milioni e mezzo, l’intero parco è stato sottoposto a un totale restauro, per ripristinare il suo stato originario, ma con la positiva intenzione di migliorarlo. Le attrazioni storiche come “Vecchia America”, “Castello di Lord Sheldon” e anche “Dumbo”, il tenero elefantino disneyano, torneranno ad esistere, per brillare più di prima. Riapriranno anche strutture chiuse da tempo, come lo “Chalet del lago”, la birreria e il “Covo dei pirati”.

La gioia e l’entusiasmo per tale avvenimento hanno caratterizzato gli animi di tutti i coinvolti nel progetto, come Alfredo Laino, tornato nella struttura dopo esserne stato lo scenografo ben 50 anni fa. Primo parco aperto in Europa, una scenografia bellissima, specialmente per l’epoca, rese l’Edenlandia un piccolo gioiellino napoletano, che qualche anno fa ha subito la sconfitta della chiusura, attuata anche per l’accusa di strutture abusive al suo interno, che ora sono state abbattute. Grande entusiasmo trapela dalle parole di Ciro Cangiano, l’amministratore del parco, annunciatore della svolta dell’Edenlandia nel 2016, che tuttavia necessiterà di un po’ di tempo per poter essere completata nuovamente del tutto.

Per tutti coloro che sono cresciuti con le attrazioni e l’atmosfera del parco, ma anche per chi non ha mai avuto la possibilità di visitarlo, altro non resta che la contentezza per questa notizia: nonostante lo scetticismo di molti, l’Edenlandia riaprirà davvero, a discapito di tutti i problemi che ha dovuto affrontare, con la speranza di far ritornare i colori brillanti nei cuori di adulti e bambini. 

Mi piacerebbe lavorare come giornalista, amo scrivere ma la musica ha un suo spazio del tutto personale in me, in particolare lo studio del canto. Non sono pretenziosa ma nemmeno approssimativa, scrivo di ciò che vedo, leggo e sento, con un pizzico di obiettività.

Un pensiero riguardo “Ritorna l’Edenlandia, ritornano i colori!

Commenta