Insigne in extremis agguanta i neroverdi avanti con Berardi e sventano la seconda sconfitta di fila dopo la Juventus, il Milan è vivo e dista solo sei punti.

E’ quasi esaurito il bonus di punto del Napoli sulle pretendenti Champions, dato che il Milan ha risucchiato cinque punti agli azzurri nelle ultime due gare e l’Inter sembra aver ripreso terreno dopo gli sbandamenti di inizio anno. Sei punti di vantaggio che andranno gestiti al meglio per evitare complicazioni di fine anno, col Napoli che ha già messo in cassaforte il passaggio ai quarti di Europa League ma non deve farsi trascinare nella lotta Champions per non rischiare ripercussioni sulla coppa.

Il Napoli si schiera con un turn over che interessa otto undicesimi di formazione, rimangono solo Koulibaly, Allan ed Insigne dei titolari con Ghoulam titolare dopo un mese mentre De Zerbi sostituisce il solo Sensi con Duncan. Entrambe le squadre non hanno particolari ambizioni di classifica con il Napoli a -18 dal primo posto ed a +6 dal Milan, mentre i neroverdi sono a +11 punti dalla zona retrocessione. Partita a ritmi bassi, al 22′ il primo tiro è dei padroni di casa con Boga mentre il Napoli risponde Insigne alla mezz’ora ma spara su Consigli, prima del fischio finale due grandi occasioni per Verdi e Rogerio.

Nella ripresa Ancelotti sostituisce Chiriches con Luperto, i due giovedì formeranno la coppia di centrali che affronterà il Salisburgo in Europa League. Insigne e Mertens non brillano, così il Sassuolo cresce e trova grazie a Boga il vantaggio: è sua l’azione che porta alla rete di Berardi, complice anche la deviazione di Luperto sul tiro dell’esterno del Sassuolo. Sotto di un goal e con poche idee Ancelotti inserisce Milik e Younes per Verdi e Ounas, ma a parte un tiro di Diawara deviato in angolo da Consigli sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con uno scatenato Boga e Duncan. Per il Napoli sembra finita ma al 41′ Magnanelli non trattiene un cross non irresistibile per Insigne, fin qui anonimo, che segna il pari grazie alla specialità della casa, il tiro a giro sul secondo palo.

Commenta