Toni Servillo è lo psicoanalista Elia nella sua prima commedia al cinema.

Dopo Jep Gambardella, protagonista del premio Oscar ‘La grande bellezza’, Toni Servillo ha deciso che era venuto il momento di confrontarsi con altri ruoli, rimanendo impressionato dal copione del regista Francesco Amato. Per la prima volta l’attore napoletano si cimenterà in una commedia dal nome “lasciati andare” dove interpreterà Elia, un analista ebreo che con gli anni è diventato più freddo, rigido e distaccato dalle vite dei suoi pazienti, in un triangolo che lo vedrà protagonista con la ex moglie (Carla Signoris) che si è trasferita di fianco al suo appartamento, ed una personal trainer (Veronica Echegui) che gli stravolgerà la routine. Il film sarà in sala dal 13 aprile, e sarà anche la prima pellicola proiettata nel nuovo cinema costruito dopo il terremoto ad Amatrice e che viene inaugurato l’11 aprile.

E intanto Servillo non perde tempo e annuncia che interpreterà Silvio Berlusconi nel prossimo film di Paolo Sorrentino, seconda pellicola “politica” dopo Il Divo dove interpretava Giulio Andreotti. Ma guai a chiedergli ulteriori dettagli dato che per ora l’attore si congeda con un diplomatico ma neanche troppo “chiedete a Sorrentino“.

 

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta