A Sessa Aurunca, mercoledì 13 giugno, presso il Salone dei Quadri in Piazza Castello, appuntamento con la presentazione della Guida Internazionale “Campania Insolita e Segreta”, edita da Edizioni Jongles. Ospite l’autrice Maria Franchini.

La Guida Internazionale Campania Insolita e Segreta fa tappa a Sessa Aurunca e proprio questo mercoledì, il 13 giugno 2018, l’autrice Maria Franchini sarà ospitata presso il Salone dei Quadri, a Piazza Castello, al fine di prendere parte a tale accadimento, predisposto dall’Associazione Turistica “Pro Loco” Sessa Aurunca con il sostegno del Comune di Sessa Aurunca.

Campania Insolita e Segreta, edita da Edizioni Jongles, è stata redatta dal binomio dell’appena citata Franchini, giornalista ed autrice napoletana, realizzatrice della Guida ai monumenti della Campania, adesso sotto contratto al Centro Culturale Italiano di Parigi, con Valerio Ceva Grimaldi, giornalista professionista napoletano, d’inchiesta e culturale. Gli autori, inoltre, hanno anche dato alle stampe con esito positivo la guida Napoli Insolita e Segreta, di cui recentemente è uscita la seconda edizione.

Straordinarie biblioteche antiche, sconosciute anche ai napoletani, i resti di un’antica casa chiusa, un foro che guarisce l’emicrania, ipogei ellenistici unici al mondo, un bunker trasformato in galleria d’arte, una lucertola pietrificata in una chiesa, una Vespa da guerra col cannone, collezioni private rare e di pregio, una torretta greca in un teatro, un singolarissimo orologio che misura l’equazione del tempo, le barre di un cancello nella cattedrale che suonano come uno xilofono, la scala di un palazzo interamente scavata nel tufo, gli enormi impianti idraulici di una fontana tra le più grandi d’Europa, un misterioso simbolo fallico nelle catacombe di San Gennaro, una macchina anatomica settecentesca unica al mondo, una traversata in zattera a 20 metri sotto la città. (da Napoli Insolita e Segreta)

L’idea dalla quale prende vita tale iniziativa è quella di presentare percorsi alternativi ai visitatori che non intendano soffermarsi sui soliti, seppur incantevoli, itinerari turistici, e che desiderino avere nozione delle zone ai margini dei luoghi celebri ai più, e non è casuale che la casa editrice francese in questione sia Edizioni Jongles che, per l’appunto, da anni si rende animatrice di queste attività.

Una serie di guide insolite, scritte dagli abitanti, per gli abitanti ed i viaggiatori curiosi. Le nostre guide segnalano luoghi insoliti e/o sconosciuti, che non si trovano nelle guide tradizionali, consentendo di uscire dai sentieri già battuti”. Si espongono così le pubblicazioni dell’editore francese JonGlez consacrate alle città più incantevoli del mondo.

Sessa Aurunca è stata introdotta in questo singolarissimo quanto inusuale tour che gli concede, senza dubbio, una notevole possibilità di ampliare i propri confini rendendosi visibile a livello internazionale. Del resto, la guida è fruibile anche in francese, Campanie Insolite et Secrète, e in inglese, Secret Campania, per evidenziare l’approccio avanguardistico e moderno di tale progetto che intende ricercare, tramite la storia, una prospettiva di sviluppo e di crescita in tutto il mondo. La guida è stata già esibita a Parigi agli inizi mese scorso. Nelle pagine che fanno riferimento alle bellezze artistiche di Sessa Aurunca le fotografie sono state concesse da Giovanni Soligo.

Panoramica di Sessa Aurunca

Sessa Aurunca è una cittadina collinare oggi sorretta principalmente dall’industria e dal terziario. Fu sede di un antico insediamento del popolo degli Aurunci sorto nell’VIII secolo a. C., diventato nel IV secolo a. C. una colonia latina con il nome di Suessa Aurunca; nel I secolo a. C. fu trasformata in municipio e in epoca imperiale conobbe notevole prosperità. Sede vescovile a partire dal V secolo d. C., fu inserita nel ducato di Benevento e poi nella conte di Capua; fu in seguito feudi di illustri famiglie, come i Dell’Aquila, i Del Balzo e i Marzano, che ebbero il titolo di duchi di Sessa; nel Cinquecento, inoltre, appartenne a Consalvo di Cordova. (Giovanni Liccardo)

Presenzieranno all’evento l’Avv. Silvio Sasso, Sindaco di Sessa Aurunca, il Dott. Rosario Ago, Presidente della Pro Loco di Sessa Aurunca, la Dott.ssa Maria Grazia Fiore, Presidente dell’U.N.P.L.I. Caserta, il Rev. Don Roberto Guttoriello, Vicario Episcopale ai Beni Culturali di Sessa Aurunca, Sua Ecc.za Mons. Orazio Francesco Piazza, Vescovo di Sessa Aurunca; prenderanno la parola, la giornalista Maria Franchini, autrice della guida e la Dott.ssa Chiara Rozera, Storica dell’Arte e moderatrice dell’incontro.

 

Laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in Storia Moderna dal titolo RITRATTO O MODELLO DELLE GRANDEZZE, DELIZIE E MERAVIGLIE DELLA CITTA’ DI NAPOLI del marchese Giovan Battista Del Tufo(1588)’ (Relatrice la prof.ssa Marcella Campanelli). Laureato in Scienze Storiche, curriculum moderno e contemporaneo, con una tesi in storia moderna seguita dal prof. Giovanni Romeo, dal titolo ‘Le denunce di adescamento in confessione a Napoli tra Sei e Settecento’. Amante della musica, suono la chitarra, scrivo e musico canzoni. Con le mie parole e la mia cultura spero di dare voce all’anima candida di questa terra.

Commenta