Più di 6000 persone si erano riunite ad Atripalda (AV) per seguire la performance di Tony Tammaro.

Grande delusione e spavento per la folla che aveva accolto il cantautore napoletano ad Atripalda, in una serata iniziata nel migliore dei modi: Tony Tammaro si è concesso un gelato in piazza e qualche selfie con i fans prima dello spettacolo, iniziato poi regolarmente suonando molti dei cavalli di battaglia quali ‘super santos‘, ‘o trerrote‘ e ‘Scalea‘.

Il concerto è stato interrotto improvvisamente da un agente salito sul palco nel bel mezzo dell’esibizione, scatenando anche qualche preoccupazione. La causa dell’interruzione è stato il decreto Minniti, che impone un certo rapporto numerico tra spettatori e servizio di sicurezza e soprattutto garantire un numero adeguato di vie di fuga in caso di pericolo, relativo alla grandezza della struttura, o in questo caso della piazza. A quanto pare il numero di spettatori superava di molto quello delle forze dell’ordine.

Tony Tammaro è stato costretto ad abbandonare il palco e a lasciare a malincuore gli oltre 6000 spettatori venuti a vedere la sua esibizione, ma il malumore non gli ha fatto perdere la sua solita ironia come ha dimostrato con questo comunicato su Facebook. Clicca su questo link per leggere la nostra intervista al cantautore.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Commenta