Ultimi giorni per realizzare il progetto di Casa Mia, la comunità alloggio gestita da Cidis Onlus a Prata Sannita in provincia di Caserta. #unfurgonepercasamia ha bisogno di te

La solidarietà è di casa in Campania. Lo sa, e lo mette in pratica,  Cidis Onlus con l’iniziativa #unfurgonepercasamia. L’obiettivo della campagna è quello di acquistare un furgone (questo) per i minori stranieri ospiti di Casa Mia, la comunità alloggio gestita da Cidis Onlus a Prata Sannita in provincia di Caserta.

Cos’è Casa Mia?

Casa Mia è una comunità alloggio che accoglie 8 minori stranieri non accompagnati (MSNA). È una “struttura ponte” di prima accoglienza, dove i minori fra gli 11 e i 18 anni arrivati in Italia via mare vengono accolti prima di essere trasferiti in un progetto SPRAR. A Casa Mia ogni minore è seguito da una equipe composta da educatori, mediatori culturali e insegnanti di italiano L2 che garantisce ai ragazzi tutela legale, assistenza psico sanitaria, orientamento ai servizi, formazione e inserimento sociale.

Ogni settimana in Italia arrivano centinaia di minori stranieri non accompagnati. Soli perchè hanno perso i genitori o i parenti in viaggio, oppure perchè la famiglia è riuscita a far imbarcare solo loro. Un nuovo ragazzo è arrivato anche a Casa Mia, ha 14 anni, siamo andati a prenderlo al porto di Salerno. Anche con lui faremo quello che facciamo tutti i giorni con i nostri ragazzi, lo supporteremo nel ricostruire un nuovo percorso di vita in questa terra sconosciuta, facendo il nostro meglio perchè un giorno la senta come sua. Volete aiutarci? Non ci serve molto, solo #unfurgonepercasamia.https://www.produzionidalbasso.com/project/un-furgone-per-casa-mia/

Pubblicato da Cidis Onlus su Venerdì 14 ottobre 2016

I Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA) sono ragazzi e ragazze che arrivano in Italia da soli dopo aver abbandonato i loro Paesi di origine a causa di guerre, povertà e situazioni di estremo disagio. In Italia sono presenti circa 12.000 MSNA, hanno per la gran parte un’età compresa fra i 15 e i 17 anni. I principali Paesi di provenienza sono Egitto, Eritrea, Gambia e Nigeria. I MSNA che arrivano via mare o comunque rintracciati sul territorio nazionale hanno diritto ad essere accolti in luoghi sicuri.

L’obiettivo di Casa Mia, attraverso il crowdfunding, è quello di acquistare un furgone di cui hanno bisogno per gestire quotidianamente gli spostamenti necessari per accompagnare i ragazzi nelle loro attività. È fondamentale che i ragazzi siano sempre occupati e in contatto con i loro coetanei. Oltre alle attività educative e di socializzazione i MSNA devono anche spostarsi per raggiungere gli uffici della Questura e del Tribunale, per fare le visite mediche, per frequentare corsi di lingua italiana e la scuola.

C’è ancora tempo per poter mostrare la propria solidarietà verso un’iniziativa tanto onorevole quanto giusta. Per poter aderire alla campagna basta cliccare qui.

Maddalena Venuso, nasce a Napoli e, sebbene viva a Marigliano, l'impronta della città natale le resta appiccicata come un francobollo. Poliedrica, fantasiosa, ricca di sfumature. Liceo Classico, Lettere Antiche, esperienza come Archeologa a Napoli e Pompei fino al 1994. Docente presso il MIUR dal 1994, insegna Italiano e Latino al Liceo Scientifico. Traduce la passione per l'archeologia in passione per il territorio, raccontando il gusto e le bellezze delle Terre di Campania e d'Italia. Giornalista indipendente, ha collaborato, fra gli altri, con ItaliaPiù, Italia a Tavola, l'Espresso Napoletano, Oliovinopeperoncino. Mantiene sempre viva la curiosità per il nuovo, accogliendo con piacere ogni opportunità che ritenga valga la pena sperimentare.

Commenta